A Bardonecchia il secondo Dialogo Transfrontaliero

Venerdì 1 febbraio si terrà a Bardonecchia il secondo Dialogo Transfrontaliero tra Italia e Francia al quale prenderà nuovamente parte, dopo l’incontro a Chambery del 1 ottobre 2018, il Centro di Informazione Europe Direct Vercelli, insieme ad altri sei Europe Direct francesi e tre italiani (Torino, Cuneo e Valle D’Aosta).

L’obiettivo principale del Progetto, soprattutto in vista delle Elezioni del Parlamento Europeo previste per Maggio 2019, è quello di coinvolgere la società civile locale: un lavoro di sensibilizzazione all’importanza del voto e al proprio ruolo di cittadino all’interno dell’UE.

Tale coinvolgimento nasce dalla volontà di far sentire i cittadini europeI parte attiva delle scelte riguardanti l’Unione, e dal desiderio di eliminare la sensazione di divario tra Istituzioni Europee e singoli cittadini.

Quello che si terrà a Bardonecchia è il secondo dei tre dialoghi transfrontalieri con i cittadini, che si sono aperti nel 2018 con Chambery e termineranno con Grenoble a Marzo 2019.

«Questi dialoghi – sottolinea l’assessore Graziella Ranghino che si occupa di politiche europee – sono lo strumento primario per costruire un’opinione pubblica europea preparata e consapevole».

I dialoghi vedranno il coinvolgimento di un pubblico di circa 250 cittadini italiani e francesi.

«Da metà 2018 – sempre parole dell’assessore Ranghino – il Centro Europe Direct ha lavorato alacremente per contattare e coinvolgere tutte le associazioni di categoria, di volontariato, di professionisti, giornalisti, rappresentanti del mondo della scuola, ecc. per la costituzione del gruppo vercellese e siamo molto contenti del riscontro positivo».

Il Dialogo che avrà luogo a Bardonecchia, sul tema “Che tipo di Europa Vogliamo”, sarà incentrato sul bilancio UE (Quadro Finanziario Pluriennale) dei prossimi sette anni (2021-2027) e darà la possibilità ai partecipanti di discutere circa la distribuzione dei fondi disponibili nei diversi Capitoli di Bilancio sulla base delle priorità specificate ed identificate dalla Commissione europea.

Una quindicina di stakeholder locali costituirà il gruppo di Europe Direct Vercelli: cittadini come protagonisti attivi grazie alla possibilità di confrontarsi e dibattere, porre domande, esprimere dubbi e critiche ai rappresentanti delle Istituzioni Europee per costruire l’Europa che vogliamo.

Nella mattinata di venerdì vi saranno i rappresentanti delle Istituzioni Europee che condurranno un Dialogo in plenaria con dibattito finale; nel pomeriggio i 250 partecipanti saranno divisi in quattro gruppi, a seconda delle tematiche scelte, per dare il via alla discussione tra cittadini.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here