Viotti Festival Estate: dopo lo stupefacente concerto di Mossali, ecco un grande Quartetto: il “Werther”

Il Quartetto Werther

 

Dopo lo splendido avvio con il pianista Josef Mossali, il secondo Viotti Festival Estate proseguirà sabato 9 luglio alle ore 20 nel cortile del Museo Leone e che porterà in scena una delle formazioni in grande ascesa nel panorama concertistico internazionale: il Quartetto Werther vincitore del prestigioso Premio Abbiati. Un’ora prima, alle ore 19 sarà offerto un aperitivo di benvenuto (compreso nel biglietto di ingresso) curato dalla pasticceria e biscottificio artigianale Il Mattarello.

Dicono gli organizzatori: “Quello dei premi e dei concorsi è il motivo ricorrente della rassegna estiva di quest’anno, il vero filo rosso che lega tutti i concerti. Ognuno degli ospiti, che si tratti di solista, duo, trio o quartetto, è infatti vincitore di uno o più di uno fra i Premi e i Concorsi internazionali più importanti del panorama classico di questi ultimi anni: il biglietto da visita ideale per entrare nella ristrettissima cerchia degli interpreti di cui si parlerà a lungo e in tutto il mondo”.

Per il Viotti Festival, il risultato di questo notevole sforzo organizzativo una concentrazione di giovani talenti che ha davvero pochissimi eguali nel nostro Paese, e tutti proposti nell’arco di un mese soltanto. Un motivo in più che rende Vercelli unica sotto l’aspetto culturale e musicale.

Il secondo concerto di questo Viotti Festival Estate conferma, per contenuti musicali e personalità dei protagonisti, la bontà di questa scelta. Al Museo Leone il pubblico potrà infatti ammirare nell’interpretazione espressiva e appassionata del Quartetto Werther due Quartetti davvero splendidi di Richard Strauss e di Félix Mendelssohn. Quanto a quest’ultima opera, basti ricordare che l’autore la compose ad appena tredici anni, e quando la presentò (con molta titubanza) a Parigi, il grande violinista Baillot ne fu così conquistato che al termine del concerto abbracciò calorosamente il giovanissimo, e molto stupito, Mendelssohn.

L’ingresso a posto libero costa 10 euro ed è acquistabile online sul sito del viottifestival.it oppure presso la biglietteria “Viotti Club” via G. Ferraris 14, Vercelli, dal mercoledì al sabato dalle 14 alle 18.50 (orario estivo, valido dal 1° giugno – al 30 settembre) o al Museo Leone un’ora prima del concerto. Il biglietto comprende l’aperitivo di benvenuto alle ore 19.
Informazioni su  www.viottifestival.it – email biglietteria@viottifestival.it oppure al cell. 329 1260732

Ed ecco qualche nota biografica sul Quartetto Werther, composto da Misia Iannoni Sebastiani al violino, Martina Santarone alla viola, Vladimir Bogdanovic al violoncello e da Antonio Fiumara al pianoforte.

Vincitore del XXXIX PremioAbbiati, del Premio Farulli 2020 e del Terzo Premio al Concorso Internazionale Trio di Trieste, il Quartetto Werther è oggi una delle formazioni cameristiche italiane emergenti in maggiore ascesa nel panorama concertistico nazionale e internazionale.

Fondato a Roma nel 2016, si è formato alla Scuola di Musica di Fiesole e al Conservatorio Arrigo Boito  di Parma nella scuola cameristica del Trio di Parma e di Pierpaolo Maurizzi. Di grande importanza rivestono inoltre i consigli di Rainer Schmidt (violino dell’Hagen Quartett e docente a Basilea) e Patrick Jüdt (direttore della Bern ECMA Session). Membro del circuito Le Dimore del Quartetto, è allievo dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma. L’attività del quartetto è sostenuta dall’Associazione Musica con le Ali.

Il Quartetto Werther ha già all’attivo numerosi concerti e collaborazioni con importanti Festival e associazioni concertistiche, tra cui Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Bologna Festival, Perugia Musica Classica, Festival dei Due Mondi, IUC, Amici della Musica di Firenze, Moscow International House of Music, Accademia Filarmonica Romana, Musikàmera, Teatro Ristori di Verona, Associazione Mariani di Ravenna, Amici della Musica G. Michelli di Ancona, ACM di Trieste, Festival Cristofori di Padova, Amici della Musica di Palermo, Accademia Filarmonica di Messina, Festival Musikdorf Ernen. Nel 2021 è andata in onda una trasmissione a loro dedicata in collaborazione con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in cui si sono esibiti in diretta RaiRadio3 e RaiPlay.

Nel 2021 è uscito per l’etichetta olandese Brilliant Classics il loro primo cd Fauré Piano Quartes, sostenuto da Musica con le Ali. Il cd ha ottenuto ottimi riscontri della critica ed è stato trasmesso alla Radio della Svizzera italiana e su RAI Radio3. Sempre nel 2021 ha vinto il bando DV Young Sounds grazie al quale registrerà un cd per Da Vinci Publishing.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here