Pro Vercelli sconfitta 1-0 a Monza, ma a testa alta

Fonte pagina FB Pro Vercelli (foto Ivan Benedetto).

La Pro esce sconfitta 1-0 dal “Brianteo”, ma quanto è bugiardo questo risultato! La squadra di Gilardino infatti ha dimostrato ampiamente di reggere il confronto con i quotati avversari, destinati, secondo il parere di molti, a vincere il campionato a man bassa. Sicuramente il Monza ha saputo sfruttare al meglio le occasioni, anzi l’occasione che gli è capitata (a onor del vero c’è da dire che prima gliene erano capitate altre).

I bianchi confermano il tabù trasferta, ma per quel che si è visto, un pareggio sarebbe stato giusto. Il Monza ha creato, ma non ha sfruttato, complice la serata no dei suoi attaccanti. Ci ha pensato Anastasio, lesto e fortunato, a trovare il varco giusto. Prima Comi avrebbe potuto portare in avanti i suoi, se non ci fosse stata la traversa a dirgli no. Quel che è certo, sconfitta a parte, è che la Pro ha retto bene i novanta minuti e questo è un bel segnale per il futuro.

Gilardino non cambia una virgola della formazione che sette giorni fa ha battuto l’Albinoleffe al “Piola”: 4-3-3 con Moschin tra i pali; difesa a quattro con Franchino, Masi, Auriletto e Quagliata; a centrocampo Graziano, Schiavon e Mal; in avanti Azzi, Cecconi, Varas. Nel Monza in panchina gli ex Palazzi e Marchi. In attacco ci sono Finotto e Brighenti.

Il Monza, come previsto parte in attacco, per sorprendere gli avversari, ma la Pro è messa bene in campo. Masi non concede nulla e chiude con tempismo sugli inserimenti degli avanti briantei. Al 21′ bella apertura di Schiavon per Azzi che non conclude, poi, un minuto più tardi, Mal da fuori, quasi scivolando, mette la sfera di poco alta sulla traversa. Al 28′ prima vera occasione del match per il Monza. Finotto è solo davanti a Moschin, ma spreca malamente calciando a lato. La Pro risponde un minuto più tardi ancora con Mal che fa venire i brividi a Lamanna, purtroppo però la sfera finisce fuori di un soffio. Il primo tempo si chiude così sul risultato di 0-0.

In avvio di ripresa Monza subito pericoloso con Brighenti, ma la difesa bianca si rifugia in area. Al 55′ giallo in attacco per Masi dopo una cavalcata solitaria. L’ex difensore è tra i più propositivi. Un minuto dopo grande riflesso di Moschin che evita il gol ai suoi. Al 61′ altro gol sprecato sotto porta dal Monza, ancora con Brighenti che di testa non sfrutta il perfetto cross di D’Errico. Al 67′ girandola di cambi, tre per il Monza (tra cui Marchi), uno per la Pro: fuori Cecconi, dentro Comi. Al 69′ proprio il nuovo entrato coglie una traversa di testa a Lamanna battuto sugli sviluppi di un corner. Al 72′ Monza fortunosamente in vantaggio con Anastasio che approfitta di una ribattuta difensiva, calcia di potenza e con una leggera deviazione non lascia scampo a Moschin. Al 75′ Gilardino getta nella mischia Rosso e Della Morte, escono Varas e Azzi. Al 79′ calcio di punizione di Quagliata, Lamanna si supera distendendosi sulla destra e deviando la palla, indirizzata nell’angolino basso. All’84 è il momento di Russo, gli lascia il posto Mal.

L’arbitro concede quattro minuti di recupero. Non succede nulla, il Monza controlla, la Pro è troppo stanca per aumentare il forcing. Finisce 1-0 una partita che poteva finire anche 0-0. Monza a punteggio pieno dopo quattro partite, Pro sempre a sei punti. Prossimo impegno per i leoni, sabato 21 alle 15 al “Piola” contro il Gozzano.

Il top. Masi nel primo tempo si è messo in evidenza sia in difesa, con ottimi e sicuri anticipi, che in attacco, dove si è reso protagonista di qualche inserimento. Bene anche Azzi, ma entrambi si sono leggermente persi nella ripresa.

Il flop. A differenza della scorsa settimana, quando erano stati i migliori, un passo indietro per Varas e per Cecconi, mai veramente pericolosi. Meglio di quest’ultimo fa Comi che appena entrato prende subito una traversa.

Massimiliano Muraro

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here