Sabato a Civiasco “La Notte del Re di Biss” numero 8: lo straordinario festival creato da Carlot-ta

Il “re di biss” – il re dei serpenti – è il basilisco, un rettile crestato, una creatura un po’ reale, un po’ mitologica, protagonista del bestiario alpino e delle leggende di molte valli. Se il morso della tarantola fa ballare, lo sguardo del re di biss pietrifica chi ne è vittima.

Giunta all’ottava edizione, La Notte del Re di Biss vuole essere un elogio alla lentezza, un invito a fermarsi e a rivolgere attenzione ai luoghi bellissimi che ci circondano, alla musica e alle parole scritte, lette e cantate.

Il 18 settembre a Civiasco torna appunto La Notte del Re di Biss, piccolo festival di musica, storie e natura  organizzato dal Comune e dalla Pro Loco di Civiasco con il sostegno della Provincia di Vercelli e ideato da Carlotta Sillano cantautrice vercellese, in arte Carlot-ta.

L’evento avrà inizio alla mattina e proseguirà fino a tarda sera. Si svolgerà al parco-giochi “La Valle”, con eventi diffusi in tutto il paese.

Il programma avrà inizio alle 11 con Alla ricerca delle bestie fantastiche, un laboratorio di illustrazione per bambini e ragazzi, tenuto da Gabriele Pino, illustratore conosciuto per i suoi disegni in diretta su RaiGulp e per le sue collaborazioni editoriali con TuttoLibri, Mondadori, FocusJunior etc.

Gabriele Pino è inoltre autore de Il Bestiario d’Italia, con cui realizza viaggi illustrati alla ricerca delle storie della tradizione orale e delle creature fantastiche della provincia italiana.

Alle 15 sarà possibile partecipare a un tour guidato del paese di Civiasco, alla scoperta delle sue ville liberty dai caratteri moreschi: l’esito architettonico di una storia imprenditoriale insolita che ha condotto, a partire dai primi ‘800, gli abitanti del piccolo villaggio valsesiano a fare fortuna in Spagna nel campo alberghiero.

Alessandro Barbaglia

Alle 16,30 un incontro dal titolo “Bestie Inaudite. Le frontiere del reale nelle leggende e nei bestiari locali con il giornalista Lorenzo Maria Colombo, lo scrittore Alessandro Barbaglia, l’antropologo Massimo Centini, che ha scritto diversi libri anche sul bestiario alpino, e altri ospiti – tra i quali alcuni membri della comunità locale che porteranno la loro testimonianza – interrogherà il confine tra leggenda e realtà nella società contemporanea e in quella arcaica, alla ricerca di un “reincanto” che possa riavvicinarci al sacro e al magico.

Alle 18 sarà la volta di un readingAlessandro Barbaglia, scrittore e libraio, autore per Mondadori di tre romanzi, finalista al Premio Bancarella, racconterà le sue Fiabe vere al 97% alla ricerca di alcuni tratti di realtà che si celano nel repertorio di alcune fiabe classiche. Lo spettacolo è mutuato dal podcast di Barbaglia Storie vere al 97%. Barbaglia è da pochi giorni stato annunciato nella terzina di finalisti del Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2021, per il suo romanzo “Scacco matto tra le stelle”.

Alex Gariazzo

Alle 20,30 è previsto il concerto di The Alpalachians, a celebrare le montagne e i loro suoni. Il folk americano incontra il songwriting europeo fra traditional e ballate acustiche in questo nuovo progetto musicale in cui le radici blues di Alex Gariazzo (chitarre, voce) accolgono le atmosfere oscure di Carlot-ta al piano, chitarra, voce) e le melodie terse di Cecilia (arpa, voce) in un repertorio di riscoperta che intende attraversare l’infinito canzoniere nord-americano, raccoglierne alcune tracce e consegnarle ai linguaggi dell’alt-pop e della musica d’autore.

Alle 22 il concerto acustico del progetto ConCorDanze, con Maurizio Verna (chitarra) e Roberto Bongianino (fisarmonica), tradurrà danze e arie tradizionali di Piemonte, Francia e Irlanda in un linguaggio insolito e contemporaneo, in cui la forza evocativa della musica popolare assume un carattere colto e coinvolgente, tra il lirismo delle ballate e l’energia solare delle danze.

Roberto Bongianino

Durante la giornata saranno aperte ai visitatori due mostre: Gabriele Pino esporrà le tavole tratte dal suo Bestiario d’Italia, arricchite da alcune illustrazioni dedicate al Re di Biss. Sarà inoltre allestita una mostra fotografica di Franco Ubertini, con una serie di scatti realizzati negli anni ’80 e ritraenti donne in costume tradizionale durante un raduno nel paese di Civiasco.

Il programma completo è disponibile su: www.lanottedelredibiss.it e sulla pagina Facebook “La notte del re di biss”. Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito e si svolgeranno nel rispetto delle norme anti-Covid in vigore, la cui osservanza è richiesta ai partecipanti. La manifestazione prevede uno spazio dedicato ai prodotti locali e nel parco sarà presente un servizio ristorante-bar gestito da l’Osteria d’la Vall.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

  1. Una rara manifestazione che trova in Civiasco la propria cornice ideale. Attenti però al Re di Biss che potrebbe apparire dal nulla e, proprio il giorno 18.. essere velenosissimo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here