Olmo lancia il “Cavallino d’Oro”, premio alla bontà e all’altruismo: verrà svelato il 4 marzo al Civico

Carlo Olmo con il “Cavallino d’Oro”

Per celebrare, contestualmente, l’anniversario della ormai famosa “apparizione” del Lupo Bianco, mentre Carlo Olmo stava recitando il Padre Nostro in aramaico, avvenuta il 4 marzo del 2020, e la prestigiosa onorificenza di Cavaliere Bianco del Coronavirus consegnatagli direttamente dal Presidente Mattarella, in Quirinale, l’infaticabile filantropo vercellese ha deciso di istituire un riconoscimento speciale che, riferendosi appunto al “cavalierato”, si chiamerà  “Il Cavallino d’oro”. Il premio, che verrà aggiudicato per la prima volta nel 2022, diventerà poi una ricorrenza fissa.

Il primo “Cavallino d’Oro” verrà consegnato, la sera del prossimo 4 marzo 2022, al teatro Civico di Vercelli, ad una persona o ad un’associazione, che, nel corso di questi ultimi mesi, in ambito solidale, scientifico, artistico, culturale, sportivo, abbiano contribuito a migliorare la vita della nostra città e dei nostri concittadini.

L’assegnazione del riconoscimento, consistente in una bellissima statuetta artistica che riproduce appunto un cavallo dorato ed è collocata su un basamento in marmo, sarà a cura di una commissione istituita da Olmo stesso, la quale valuterà  le candidature in base alle segnalazioni dei cittadini che dovranno pervenire entro il 31 gennaio 2022 all’indirizzo e-mail della Segreteria del Premio: angelaoliviero@yahoo.com.
E’ possibile inviare segnalazioni anche per posta ordinaria a Carlo Olmo, al seguente indirizzo: via Delpiano, 7- Vercelli. Nelle e-mail o nelle lettere si dovranno spiegare i motivi per cui si propone il nominativo per il prestigioso riconoscimento ed il recapito della persona prescelta.

Sempre generoso, soprattutto per quanto riguarda i giovani (innumerevoli le borse di studio elargite soprattuto in tempo di pandemia, ma non solo), Carlo Olmo ha deciso di istituire, nell’ambito del “Cavallino d’oro”, anche sei borse di studio riservate ai migliori allievi delle medie (classi seconda e terza) e delle superiori (dalla seconda alla quinta): in questo caso saranno gli istituti stessi a segnalare, sempre all’indirizzo e-mai della Segreteria del Concorso, i nominativi degli studenti da premiare e anche qui toccherà poi alla commissione istituita da Olmo fare la scelta finale.

Sia il riconoscimento “Il Cavallino d’oro” sia le borse di studio saranno consegnati durante la serata di gala del 4 marzo al Civico di Vercelli, durante la quale sono previste esibizioni artistiche di alto livello.

Su scelta dell’avvocato Olmo, la serata del 4 marzo 2022 sarà dedicata alla memoria di Rita Casè, la tesoriera dell’Aism (l’Associazione Italia Sclerosi Multipla) prematuramente scomparsa. Per l’occasione, Aism allestirà una postazione nel foyer del teatro.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here