Le pagelle di Pro-Giana Erminio: Gatto e Iezzi su tutti

L’autogol di Magri che procura il pareggio alla Pro (foto Renato Greppi)

Ecco le nostre pagelle sui bianchi della gara con la Giana Erminio:

TINTORI: Probabilmente non può nulla sul rasoterra dalla destra che Ferrari invece intercetta e gli gira nel sacco. E’ assai bravo su Vono alla fine nel primo tempo e tutto sommato sicuro nell’arrembante, ma confuso finale degli ospiti: 6

CRISTINI: Anche stavolta l’unico “superstite” della falcidia dei difensori titolari se la cava assai bene: 6,5

CAROSSO: Scienza lo sistema sulla sinistra, dove ha una bruttissima gatta da pelare in Tremolada, l’attaccante più pericoloso della squadra di Gorgonzola. Tutto sommato, però, se la cava, anche se forse è compartecipe nella dormita generale sul gol di Ferrari: 6,5

IEZZI: Forse la sua miglior partita da quando è alla Pro: giganteggia in difesa, si propone spesso in avanti e, nel convulso finale, è una vera roccia: 7,5

DELLA MORTE: Scienza lo ripropone esterno destro, come aveva fatto al Città di Meda, e lui, in un ruolo che pur non gli è particolarmente congeniale, si batte con la giusta determinazione: 6,5

(Dal 67’ CLEMENTE: Entra con voglia e scombussola il settore difensivo sinistro della Giana, integrandosi perfettamente con Iezzi: 7)

BELARDINELLI.  Solito estro, solite giocate ispirate e stavolta (uscito Comi) si cimenta anche nei colpi di testa: uno, in particolare, al 72’, esce di un nonnulla. Il gol arriverà, ne siamo certi: 6,5

EMMANUELLO: Incomincia un po’ compassato, ma poi prende fiducia e prova le sue bombe. Il bravissimo Zanellati gliene neutralizza due con vere prodezze. Straordinario un lancio, nella ripresa, che taglia il campo in diagonale andando a pescare, se non ricordiamo male, Clemente a ridosso dell’area. Nel finale si spegne un po’: 6,5

RIZZO: Finalmente lo vediamo dall’inizio. Non è un fulmine di guerra, segno che la condizione deve ancora arrivare, ma la sensazione è che ogni palla che gli arriva non sia affatto sprecata. Nella ripresa si procura il rigore decisivo: 6,5

(dal 73’ Vitale: si limita all’ordinaria amministrazione: 6)

La soddisfazione di Scienza a fine gara (foto Greppi)

GATTO: E’  una spina costante nel fianco della retroguardia lombarda: attacca con risultati efficaci accentrandosi con il suo pericolosissimo destro, con cui prova a sorprendere il sontuoso Zanellati (adesso ci spieghiamo perché la Giana prende così pochi gol), che è addirittura sovrannaturale nel negargli il gol al 64’. Di lui ripetiamo quanto già detto di Iezzi: probabilmente è la sua miglior partita di sempre con la Pro: 7,5

(Dal 73’ CRIALESE: Entra, ed è sorprendentemente molto impreciso e sotto tono: 5,5,)

BUNINO: Si batte con coraggio leonino e con la solita, ammirevole, carica agonistica, ma combina assai poco. Quando esce Comi, si procura un paio di occasioni, che però non riesce a finalizzare: 6

COMI. I difensori della Giana sono verii giganti rocciosi e, per giunta, picchiano. Lui non si tira indietro e costringe all’autogol Magri che, nel tentativo di anticiparlo, fredda di testa il suo pur portentoso portiere. Nella ripresa, altri duelli furenti e poi, finalmente, trasforma un rigore di importanza capitale. Poi si innervosisce per un fallo non sanzionato dall’arbitro, e Scienza è saggio nel chiamarlo fuori: 6,5

(dal 61’ Rolando: eccezion fatta per un retropassaggio dalla linea di fondo, che purtroppo nessuno sfrutta, si propone poco e non si segnala neppure per uno spunto: 5,5)

SCIENZA: In piena emergenza dà fiducia a Carosso, Iezzi e Gatto, che la ricambiano nel migliore dei modi. Nel primo tempo, per la verità, non vediamo certo la miglior Pro, ma stavolta le attenuanti non mancano: 6,5

 

ROSENCRANTZ

 

 

 

 

 

 

 

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

  1. E ora che le riserve han giocato meglio dei titolari… fuori tutti e rientrano gli altri?.. Merito Vs/ Garantismo?… Dilemma?.. Noooo!!… nessun problema: chi in settimana dimostrerà di “star meglio”.. poi gioca. Gioca, ma come?
    Il merito maggiore che emerge dalla lettura delle pagelle a favore dell’allenatore in questo giorno (proprio… lo Scienza Day) … é quello di aver tolto (tolto!) Comi, perché ammonito..

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here