Beppe Bergomi aprirà la prima edizione del Salone del Libro Sportivo di Vercelli

La presentazione del Salone del Libro Sportivo

Dal 3 al 7 aprile Vercelli ospiterà una novità assoluta: la prima edizione del Salone del Libro Sportivo che è stato presentato questa mattina in Sala Giunta “Baiardi” del Comune dal sindaco Maura Forte, dall’assessore Daniela Mortara e dall’editore di Effedì Lorenzo Proverbio.

 

Con loro il presidente di Asm-Iren Sandro Baraggioli, Paola Bussi di Ascom, Pier Luigi Pensotti del Panathlon, Marianna Foglia per Extra e dal dirigente dell’Ufficio Cultura Renato Bianco, affiancato dalla giovane del Servizio Civile Ida Cirillo che ha ideato il logo della manifestazione.

Sono davvero tanti gli appuntamenti concentrati nei cinque giorni. Tutti avranno però un denominatore comune: si terranno al Salone Dugentesco. Le presentazioni dei libri nel foyer, le proiezioni dei filmati nella sala principale, le mostre e i video in loop delle imprese olimpiche in un’altra saletta.

 

Inoltre il Salone del Libro Sportivo vedrà la partecipazione della FICTS (Federazione Internazionale Cinema Television Sportifs), organismo riconosciuto dal CIO, che nella serata del 5 aprile consegnerà la “Guirlande d’Honneur” ad Alberto Monticone, leggenda del Kilometro Lanciato di cui oggi è direttore tecnico della Nazionale.

 

La FICTS curerà anche le quattro mostre: “Cinema e Calcio”, “I più visti in 40 anni”, “Giochi Olimpici sullo schermo” e “10 film da Oscar”. In tutto ottanta manifesti originali che faranno la gioia degli appassionati.

Ad aprire la kermesse ci sarà Beppe Bergomi che il 3 aprile alle 21 presenterà il libro autobiografico scritto a quattro mani con Andrea Vitali, “Bella Zio”. Tra gli altri autori che si succederanno ricordiamo Alex Tacchini, Stefano Fonsato e Alberto Bertolazzi con il loro “100 momenti magici del calcio”, poi Lucio Rizzica, Edoardo Rosso, Paolo Reineri, Darwin Pastorin, Matteo Codignola e Oney Tapia. Naturalmente i libri in questione saranno messi in vendita.

 

Tra i momenti più attesi i documentari di sabato 6 e domenica 7 che racconteranno le storie di sport: Irina Viner, Federica Pellegrini, la staffetta “50×100”, Italia K2, il futsal, Silvio Piola, Teofilo Stevenson, il rugby La Drola, il basket femminile, il Ruanda, lo skateboard, il tennis, il cammino di Santiago, il ciclista Giovanni Valetti, la forza di Martina Caironi nell’atletica e di Lola nell’alpinismo, i ragazzi etiopi del Trentino campioni di corsa.

Come ha dichiarato Lorenzo Proverbio per scelta il calcio è stato messo un po’ ai margini al fine di privilegiare gli altri sport, soprattutto quelli paralimpici. L’importanza del Salone del Libro Sportivo è testimoniata anche dalla decisione del Panathlon di consegnare i suoi premi proprio in questa occasione: venerdì 5 aprile alle 18.

 

Ma non è tutto perché il fine settimana del 6 e 7 aprile, in concomitanza della rassegna, a Vercelli ci sarà il Fora Tüt di Ascom. Per l’occasione via Galileo Ferraris diventerà un’isola pedonale con bancarelle, musica e aperitivi dalle 15.30 alle 18. Anche Extra ha voluto dare il suo contributo: nelle vetrine della via infatti, le installazioni degli interni di design si arricchiranno dei libri presentati al Salone.

Tutti gli appuntamenti del Salone del Libro Sportivo sono a ingresso libero. Per maggiori informazioni sul programma consultare la pagina Facebook dell’evento o quella di Effedì.

 

m.m.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here