Agrifogli per gli scolari delle elementari e un Concerto di Natale venerdì in Sant’Andrea

Piercarlo Invernizzi e l’assessore Emanuele Pozzolo (foto Renato Greppi)

Due iniziative natalizie dell’assessore alle Politiche  giovanili sono state illustrate questa mattina in municipio dall’assessore Emanuele Pozzolo con il presidente dell’Associazione Corale “Antonio Vivaldi” di Sannazzaro de’ Burgondi, Piercarlo Invernizzi. Erano presenti anche il referente dell’Ufficio Politiche Giovanili Danilo Fiacconi e la dirigente Daniela Denaro.

La prima iniziativa Le radici del Natale, organizzata dall’assessorato d’intesa con l’Associazione Itaca, prevede la consegna in questi giorni, da parte del sindaco Andrea Corsaro e di alcuni rappresentanti del Consiglio comunale dei ragazzi di una piantina agrifoglio a tutti gli scolari delle prime e delle seconde elementari di Vercelli che sono 798. “L’agrifoglio. – ha ricordato l’assessore Pozzolo – è uno dei simboli più cari e tradizionali del nostro Natale, la pianta del buon augurio. La consegniamo agli scolari certi che l’apprezzeranno e sperando che possano farla crescere, curandola amorevolmente”.

La seconda iniziativa sarà un concerto di Natale che l’Associazione Corale Antonio Vivaldi proporrà venerdì 17, alle 21, in Sant’Andrea con musiche in gran parte dedicate o ispirate al Natale. E qui, al di là dell’auspicio che ad ascoltarlo vadano tanti giovani, c’è anche l’intesa per far sì che la prova generale delle 18,30 si svolga alla presenza delle scolaresche che potranno interagire con gli orchestrali e con il coro (in tutto una cinquantina di elementi), vedendo come “nasce” un concerto.

Presentando l’evento e il programma, il presidente della “Antonio Vivaldi” ha detto di essere particolarmente legato a Vercelli, la città dove si è diplomato, e ha ricordato un evento musicale che lo colpì particolarmente e che si svolse al Dugentesco, di fronte a quel Sant’Andrea che ospiterà il Concerto di Natale, venerdì. Si trattava del leggendario concerto del flauto d’oro Severino Gazzelloni che suonò con il grande pianista Bruno Canino nella serata in cui ricevette il Viotti d’oro 1973.

Ma veniamo al programma di venerdì che si aprirà con il “Concerto per Violino, Oboe e Orchestra in re minore BVW 1060” di Bach, seguito, sempre di Bach, dal Corale della “Cantata 147”. Poi il “Magnificat per Soli, Coro e Orchestra RV 610a di Vivaldi.

A seguire l’”Ave Verum K618” di Mozart e, sempre di Mozart, “Sancta Maria, Mater Dei K237”. Poi sarà la volta di “Zadok the Priest” di Haendel in cui molti potranno riconoscere l’inno della Champions, cui farà seguito, sempre di Haendel, l’”Hallelujah”. Le “Cantique de Noël” di Adolphe Adam farà da preludio alle sorprese sotto l’albero che chiuderanno il programma.

La Corale Vivaldi con un organico di circa 40 coristi, con il soprano Cristina De Pascale e il mezzoprano Külli Tomingas, sarà accompagnata dall’orchestra Ermenegildo Longhi composta da cinque violini primi, quattro violini secondi, tre viole, tre violoncelli, due contrabbassi, timpani e percussioni, oboe, tromba e clavicembalo.

L’ingresso è gratuito, ma conviene prenotare all’indirizzo e-mail eventi@cpmune.vercelli.it

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

4 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here