Ecco i vincitori della selezione e i quattro concerti del sesto “Ducale.Lab”

Il Trio Chagall, che ha vinto il Premio Maria Cerruti per l’ensemble, si esibirà il 24 luglio

 

Vercelli – Sono due “duo”, un trio e due solisti i vincitori della selezione per il sesto “Ducale.Lab” che prenderà il via venerdì prossimo, 3 luglio, alle 18,30, con il primo concerto nel cortile del museo Leone; faranno seguito altre tre concerti, dei quali uno sarà suddiviso a metà tra i due solisti.

Questi i verdetti della selezione che si è svolta ieri (a porche chiuse) al teatro Civico. Il livello dei partecipanti è stato così elevato che tutti i sedici concorrenti (per un totale di dieci esibizioni, tra singoli, duo e trii)in qualche modo entreranno a fare parte dell’intensa stagione concertistica che – Covid permettendo – la Camerata Ducale sta allestendo in questi giorni, dopo essere stata costretta a interrompere quella 2019/20 a causa della pandemia. 

Ma ecco, secondo le decisioni della giuria (composta da Cristina Canziani, Guido Rimonda, Enrica  Ciccarelli, Maria Luisa Pacciani e Massimo Viazzo), i nomi dei vincitori e le date dei loro concerti: il duo di flauto e pianoforte Alberto Navarra e Alessandro Boeri aprirà la serie venerdì 3 luglio alle 16,30. Una settimana dopo, stessa ora e stessa sede, toccherà ai solisti Sawa Kuninobu (violino) e Stefano Beltrami (violoncello): suoneranno venti minuti e testa e poi, assieme, un un pezzo conclusivo.

Il 17 luglio sarà la volta del duo di violoncello e pianoforte formato da Martino Maina e Lorenzo Morra. Infine, il 24 luglio toccherà a al Trio Chagall, composto da Edoardo Grieco (volino), Francesco Massimino (violoncello) e Lorenzo Nguyen (pianoforte).

Come ogni anno, anche le selezioni hanno idealmente due vincitori – singoli e gruppi – che, scelti dalla giurati con i loro voti,  vengono premiati durante il “Ducale.Lab” da Franco Vercellotti, ormai benemerito della Camerata Ducale, con due assegni offerti alla memoria della sua adorata moglie, la docente dello Scientifico Maria Cerruti che, scomparsa prematuramente, aveva la musica nel sangue.

La commissione esaminatrice, con Franco Vercellotti, al teatro Civico

Quest’anno il premio per l’ensemble è andato al Trio Chagall, mentre quello per il miglior solista è stato suddiviso tra Sawa Kuninobu e Stefano Beltrami Resta ancora, ovviamente, da assegnare a “Ducale.Lab” terminato, è quello del pubblico (500 euro di buono spesa in una libreria Feltricelli), che potrà votare on line il miglior concerto preferito esprimendo il proprio giudizio su www.viottifestival.it.

Il dio Maina-Morra

Ricordiamo che a causa delle norme Covid, i posti per assistere ai concerti sono ridotti e dunque è assolutamente necessario prenotarli (ce ne sono ancora a disposizione poco più di una decina) scrivendo a biglietteria@viottifestival.it oppure telefonando allo 011.755791.

I biglietti saranno distribuiti a partire da un’ora prima dei singoli concerti. Si dovrà accedere al Leone con la mascherina, che sarà possibile togliere una volta seduti al proprio posto, fissato dagli organizzatori alla distanza di sicurezza prescritta dagli altri spettatori.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here