Ampliata la consegna a domicilio anche a generi non solo alimentari o di prima necessità

 

Vercelli – Novità importantissima di questi ultimi minuti per quel che riguarda il commercio al dettaglio: non solo i negozi di alimentari e quelli dei cosiddetti prodotti di prima necessità potranno consegnare a domicilio i loro prodotti (attualmente sono una novantina quelli che appaiono nell’elenco sulla pagna del comune), ma anche tutti gli altri: basta che mandino una comunicazione via mail al Comune.

 

Una riposta importante alle esigenze dei cittadini e pure ai negozianti al dettaglio, che in questo momento, se non facevano parte del famoso allegato al DPCM di Conte, non potevano fare assolutamente più nulla. Anche ora dovranno restare chiusi al pubblico ma potranno consegnare a domicilio, per fare qualche esempio, pigiami, slip, articoli di cancelleria, toner, cartucce per stampanti, ect. Naturalmente, anche questi esercizi compariranno, dopo la comunicazione, nell’elenco sulla pagina on line del Comune, che è raggiungibile anche tramite un banner sul nostro giornale online. Va chiarito che non si tratta di una liberalizzazione totale, ossia che i commercianti devono utilizzare anche del buon senso in relazione alla situazione che stiamo vivendo per avviare attività di consegna, mantenendo bene in mete che le restrizioni alla circolazione permangono.

 

A chiarire la situazione l’Assessore al Commercio Mimmo Sabatino spiega: “Diciamo che per i beni di prima necessità non c’è dubbio che possano essere consegnati a domicilio, per gli altri sarebbe utile usare un po’ di giudizio, pur se la delibera della Regione in teoria apre a tutte le attività. Come discriminante, per capirci, usiamo il fatto che, anche se non si tratti di prima necessità, almeno si tratti di prodotti di comprovata utilità. Per capirci: tutti sanno che io ho un negozio di borse e pelletteria, ebbene in questo momento di certo non mi sogno di andare a fare consegne a domicilio dei miei prodotti. Ma se sono un negoziante di abbigliamento e ad esempio vendo biacheria intima, sarebbe un prodotto che posso pensare di consegnare a domicilio”.

 

Ecco, in ogni caso, il comunicato del Comune che spiega nei dettagli questa importante novità. Lo firmano il sindaco Corsaro insieme allo stesso assessore Sabatino.

“A seguito dei chiarimenti della Regione Piemonte alla DPGR n. 34 del 21 marzo 2020 tutte le attività commerciali di vendita al dettaglio potranno effettuare consegne a domicilio: unico adempimento (oltre al rispetto delle norme igienico-sanitarie) sarà l’invio di una comunicazione all’indirizzo mail  protocollo@cert.comune.vercelli.it.

 

Il Sindaco Andrea Corsaro e l’Assessore Mimmo Sabatino, in collaborazione con  Ascom,  Confesercenti e Confartigianato, si sono già da giorni mobilitati per rendere disponibile una lista delle attività che offrono un servizio di consegna a domicilio

L’elenco pubblicato sulla home page del  sito del Comune ha già visto l’adesione di più di novanta attività di ristorazione e commerciali.

‘L’iniziativa è nata per venire incontro sia ai cittadini che si trovano a dover limitare i propri spostamenti, sia alle attività commerciali che trovano un’alternativa alla chiusura delle proprie attività al pubblico. Al già numeroso elenco si potranno ora aggiungere le tipologie commerciali che prima avevamo dovuto tenere in stand by per le opportune verifiche’  spiega l’Assessore Mimmo Sabatino.

L’elenco sarà continuamente aggiornato in base alle richieste che perverranno, basterà indicare il nome dell’attività e il recapito telefonico (eventualmente anche mail, se si intende utilizzare anche quel canale) ed inviarlo a:  consegneadomicilio@comune.vercelli.it

Ovviamente, anche nel caso di consegne a domicilio continuano a valere le regole che ormai conosciamo: mantenere un metro di distanza, se possibile, privilegiare i pagamenti on line e con la prescrizione specifica per chi organizza l’attività di consegna a domicilio – lo stesso esercente ovvero una piattaforma – di evitare che il momento della consegna preveda contatti personali”.

Il modello della comunicazione da inviare è scaricabile dal sito del Comune, all’indirizzo https://www.comune.vercelli.it/articolo/consegna-domicilio-comune-raccoglie-adesioni-mette-disposizione-lelenco

Oppure ecco il modulo per la comunicazione dell’inizio di attività di consegna a domicilio

Modello comunicazione Consegne a domicilio

 

 

 

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here