“Prego, si accomodi”, in mostra le sedie in legno recuperate dal progetto Volti a Mamre

Fonte pagina FB Pastorale Universitaria Vercelli.

“Prego, si accomodi” è il titolo della mostra che verrà inaugurata venerdì 28 alle 18 nello spazio di Atelier Printmaking in via Sant’Ugolina, 30 a Vercelli. A organizzarla la Pastorale Universitaria della Diocesi di Vercelli e l’Associazione Printmaking Vercelli, con la partecipazione di Croce Rossa Italiana – Comitato di Vercelli.

L’allestimento rappresenta una tappa significativa dell’itinerario inserito nell’ambito del progetto “Volti a Mamre” per la promozione e il coordinamento di studi, formazione e attività nell’area interculturale, in collaborazione con il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università del Piemonte Orientale.

Le attività di “Prego, si accomodi” sono strutturate sul recupero di vecchie sedie in legno e su successivi interventi artistici con inserti multilinguistici. Per tale percorso, soprattutto nelle fasi iniziali di verniciatura, ci si è avvalsi della collaborazione del Comitato di Vercelli della CRI, coinvolgendo in particolare alcuni richiedenti asilo coordinati da Francesco Rosso.

Ai vari partecipanti si sono da subito affiancati Roberto Gianinetti e gli artisti di Printmaking Vercelli: la loro guida sapiente ha unito giovani universitari italiani e stranieri, provenienti dall’università e da strutture di accoglienza, permettendo loro di creare insieme pregevoli prove di incisione.

Nella mostra che verrà inaugurata venerdì 28 giugno sarà possibile ammirare, oltre che le sedie, in vendita a offerta libera a sostegno del progetto e a beneficio dei giovani che hanno dedicato molte ore a questa attività, anche alcune opere degli artisti di Printmaking ispirate al tema dell’ospitalità e al laboratorio di “Volti a Mamre”.

Insieme a tali opere, saranno per la prima volta esposte al pubblico le incisioni di Lamin Jatta, giovane richiedente asilo ospite del CAS gestito dall’ATI Croce Rossa Italiana – Comitato di Vercelli e Insieme per Crescere S.C.S. Onlus. Il talento di Lamin è affiorato proprio durante le attività di incisione guidate per “Volti a Mamre” da Roberto Gianinetti, al quale dunque prontamente è stato affidato l’accompagnamento personale per la creazione di nuove incisioni, improntate ai paesaggi del Gambia, terra d’origine.

La mostra resterà aperta tutti i giorni fino a giovedì 4 luglio, dalle 17 alle 20. Per maggiori informazioni: 334.9429503 o voltiamamre@gmail.com

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here