Oggi la pianista prodigio di 12 anni. Concerti del 1° agosto: è indispensabile prenotare

 

Tra “Camera con Vista” e Concerti per il Patrono di sabato è intenso il fine settimana della Camerata Ducale. Mercoledì sera, per incominciare, c’è stato un fantastico concerto del pianista cinese Antonio Chen Guang, che dopo aver mandato in visibilio il Dugentesco con l’Appassionata (ma vi raccomando il Concerto in stile italiano di Bach e il Carnaval di Schumann) ha contraccambiato gli applausi a loro volta appassionati del pubblico con uno Scarlatti e due Schubert-Liszt da favola: “Gretchen am Spinnrade” e “Erlkoening”.

Antonio Chen Guang al Dugentesco

E oggi, venerdì, altro concerto di pianoforte attesissimo: l’unico di “Camera con vista” che avrà inizio alle 18,30, al Dugentesco, anziché alle 21. Ne sarà protagonista la dodicenne-prodigio Emma Guercio. La giovanissima concertista torinese – che ha tenuto il suo primo recital quando aveva otto anni – ha sbaragliato la concorrenza in tutti i Concorsi cui ha partecipato (ultima e più recente affermazione quella di quest’anno al “Piano Day” di Torino) ed è ritenuta una pianista di incredibile bravura, ma anche di musicalità ispirata e matura, nonostante l’età più che verde.

Oggi incomincerà con due Preludi e Fughe dal Clavicembalo ben temperato di Bachj, per poi passare ad una Sonata di Scarlatti e alla opera 2 numero 1 di Beethoven. Seguiranno Schubert, “Improptu opera 142 n° 12, Chopin (Grande Valse Brillante opera 18 n° 1);  quindi l’Intermezzo opera 117 n° 2 di Brahms, i “Rumores de la caleta” di Albeniz e, per concludere, “Musica ricercata n° 1” di Ligeti.

Naturalmente possono assistere al concerto solo coloro che hanno prenotato il posto al Dugentesco, visto che, per le norme Covid, gli ingressi sono contingentati.

E, a proposito di prenotazioni, occorre chiamare lo 011755791 oppure scrivere a biglietteria@viottifestival.it. per fissare il posto in Sant’Andrea per uno dei due concerti delle durata di un’ora, il primo alle 20, il secondo alle 21,30, sabato sera in Santì’Andrea. Si tratta dell’atteso concerto per il Patrono, ormai una bella e importante tradizione vercellese. Affrettatevi a prenotare perché, ripetiamo, non si potrà accedere in Sant’Andrea, come invece avveniva tutti gli anno, senza prenotazione.

Con l’Orchestra Camerata Ducale diretta da Guido Rimonda suoneranno i solistio Valerio Lisci (arpa) e Alessandro Longhi (flauto). Anche Rimonda sarà Solista nel brano di aperiura che è l’Ave Maria di Schubert per violino e orchestra. Seguirà il Concerto per flauto e arpa in do maggiore di Mozart e, per concludere, la celeberrima Sinfonia n° 30 in do maggiore “Alleluja” di Haydn.

 

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here