Mammarella regala i tre punti alla Pro

Massimo risultato col minimo sforzo per la Pro che batte al “Piola” il Gozzano 1-0. Decide la punizione di Mammarella quasi allo scadere della prima frazione, dominata per larghi tratti dai rossoblu. Nel secondo tempo, ancora più avaro di emozioni, la squadra di Grieco si è limitata ad amministrare.

Grieco, vista l’assenza di Germano, deve reinventarsi il centrocampo e sceglie il 4-4-2. Nobile in porta; difesa a quattro con Berra, Milesi, Tedeschi e Mammarella; sulla mediana Leo Gatto e Max Gatto sugli esterni, Bellemo e Da Silva a costruire e interdire; in avanti il tandem formato da Comi e da Morra. Nel Gozzano in campo Messias che l’anno scorso transitò per un breve periodo a Vercelli ma non venne tesserato per noie burocratiche. Tra gli ex anche Grossi, Libertazzi e Secondo, tutti in panchina.

I primi venti minuti è il Gozzano a fare la partita, soprattutto sulle fasce da dove arrivano i palloni più pericolosi. La Pro soffre e non riesce a trovare il bandolo della matassa. Al 23′ cross di Tuminelli e testa di Carletti con la palla sul palo. La sfera arriva a Petris che tira a botta sicura, ma sulla traiettoria c’è Mammarella. Al 43′ e sul primo tiro in porta della Pro, su calcio di punizione è proprio il capitano a portare in vantaggio i suoi. Si va quindi a riposo con i bianchi sull’1-0.

In avvio di ripresa il Gozzano ci prova senza fortuna con un colpo di testa di Bini. Grieco nel frattempo ha gettato nella mischia Azzi e Sangiorgi per Leo Gatto e Comi. Al 29′ fuori Max Gatto, dentro Iezzi. Al 37′ Mal per Da Silva. Match veramente povero di emozioni dove in pratica non capita niente di rilevante. Al 41′ tocca a Gerbi entrare al posto di Morra.

L’arbitro concede cinque minuti di recupero. Non succede nulla, la Pro incamera tre importantissimi punti e avanza in classifica. Prossimo impegno lunedì 10 alle 20.45 al “Piola” nel posticipo con il Cuneo, guidato in panchina da Cristiano Scazzola.

Il top. Mammarella. La sua partita è principalmente di contenimento nel senso che controlla dalla sua parte gli avanzamenti avversari. Segna il gol che vale tre punti nell’unico tiro in porta della Pro: un pregevole calcio di punizione dai venti metri.

Il flop. Nonostante la Pro abbia vinto, la prestazione di squadra è stata tutt’altro che entusiasmante, soprattutto dal punto di vista del gioco. Se c’è da mettere dietro la lavagna qualcuno mettiamo l’attacco che non ha mai inciso.

Massimiliano Muraro

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here