Città in balia dei vandali: adesso sfasciano le panchine: nel mirino piazza Roma e parco Iqbal Masih

Dopo il periodo in cui se la prendeva con i cartelli stradali, sradicati dai basamenti, adesso i vandali deficienti di Vercelli si stanno accadendo contro le panchine. Nei giorni scorsi era stata segnalata la demolizione di alcune di esse nel parco Iqbal Masih, al fondo di corso Marconi, poi fa ci è arrivata questa foto da piazza Roma, dove una panchina ha subito lo stesso trattamento di quelle del parco: completamente divelto lo schienale.

Parco Iqbal Masih

Se a ciò si aggiungono i prodromi di quello che potrebbe essere un primo abbozzo di baby gang (le provocazioni subite dall’ex proprietario di Radio City MimmoCatricalà e dal titolare del ristorante Piedigrotta Massimo Tagliafierro, entrambe raccontate su Facebook) non c’è da stare tranquilli. E da più parti, almeno nelle ore pre-serali, si invoca il ritorno in strada dei vigili urbani, per costituire una sporta di deterrenza contro vandali e bulletti. Intanto, alcuni episodi sono già stati segnalati alla Questura che sta vigilando, ma l’esigenza di rivedere finalmente i vigili è ormai, a detta di tutti, improcrastinabile. Un piccolo sforzo, dunque, signor sindaco: la città lo pretende.

Infine, segnaliamo che propri in questo momento in città stanno circolando persone che vi suonano la porta e che vi chiedono di guardare le vostre bollette della luce. Non apritegli assolutamente, nessun gestore passa di porta in porta a farvi proposte per un eventuale cambio di assegnazione.

 

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

  1. Era da attendersi. Anzi, siamo in ritardo sulla tabella di marcia. Raggiungeremo i livelli record di vita (violenta} dell’Unico Stato Indispensabile? Le premesse ci sono tutte: educazione alla violenza sulle nuove generazioni (tv, videogiochi, film ecc.), grado più che sufficiente di confusione mentale sul problema dell’educazione dei figli (persin criticabile solo proporre tale argomento) da parte di “genitori” e “insegnanti”, generazioni a propria volta reduci dai primi lavaggi della mente e della coscienza .. in più, per arricchire la fantasia, la violenza si arricchisce facendosi sempre più “varia”, interetnica, con un ottimo livello di “integrazione”. Basta farsi un giro a Milano o Torino (non in Montenapoleone, a teatro o al museo, però) per poter immaginare la Vercelli di domani, intravedere il nostro “domani”, così come potrebbe presentarsi non per caso o per errore ma secondo i progetti di chi comanda davvero….
    … a meno che il futuro non ci presenti inattesi e drastici cambiamenti della “direzione”… rimane la Speranza!
    A proposito di Fede: la panchina della stazione sembra una panca con inginocchiatoio… andrebbe benissimo per metterci i colpevoli …

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here