Bicciolano e Bèla Majin: “Doneremo allegria, ma soprattutto un sorriso a tutti”

 

Vercelli – Ricevute ieri pomeriggio dal sindaco Andrea Corsaro le chiavi simboliche della città, Bicciolano e Bèla Majin, al secolo Enrico Rampazzo e Valeria Viesti, sono i monarchi del Carvè Varsleis 2020, che si annuncia e ricco di novità.

Alcune delle majinettes del Carvè 2020

Innanzitutto sono nuovi appunto il re la regina, anche se la giovanissima Bèla Majin vanta, pur diciannovenne, già un’esperienza consolidata  tra sfilate, veglie, fagiolate e visite istituzionali e benefiche, visto che aveva già fatto la majinette per cinque anni. Ieri è Comune è infatti apparsa pienamente a suo agio e bisogna dire che anche il nuovo Bicciolano è sembrato disinvolto e molto determinato nel compito che lo attende.Entrambi hanno ricordato, saggiamente, che questo Carnevale non è solo divertimento e goliardia, ma è soprattutto stare assieme alla gente che ha bisogno di compagnia, di affetto, e a volte di una carezza, di un sorriso. Saranno oltre duecento le visite benefiche, istituzionali e tradizionali e sia Valeria sia Enrico hanno assicurato che ci metteranno il cuore.

Tra le altre novità annunciate ieri dal presidente del Comitato manifestazioni vercellesi Stefano Roncaglia, la partecipazione alle due sfilate del 16 e del 23 febbraio degli studenti, grazie all’intesa trovata con le autorità provinciale scolastiche. Quindi il ritorno di alcuni carri allegorici (l’anno scorso non c’erano) ed il fatto che, dopo la seconda sfilata, non verranno annunciati i carri e gruppi mascherarti vincenti: verrà ripristinato il rito di bruciare il “babaciu” in piazza (Pajetta), ma la proclamazione dei vincitori avverrà il martedì (grasso) successivo in una sede ancora da stabilire.

Dopo la cerimonia della consegna delle chiavi (alla quale hanno presenziato anche maschere e rappresentanti dei carnevali di Novara, Crescentino e Santhià), Bicciolano, Bèla Majin e majinettes si sono spostati al ristorante San Giovanni dove c’è stata la consegna del riconoscimento “Bèla Majin”, da parte del Gruppo “Majin per sempre” presieduto da Santina Panella, alla direttrice delle Scuole Cristiane Roberta Tricerri.

La consegna del premio a Roberta Tricerri

Oggi prime visite istituzionali e benefiche ad Asigliano (mattino) e Desana.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here