Il Barocco Tour fa tappa a Crescentino

Farà tappa a Crescentino il progetto “La religiosità sabauda in tempo di guerra da Carlo Emanuele I a Vittorio Amedeo II tra preghiera e tattica militare”, organizzato da Federagit Piemonte nell’ambito del Barocco Tour 2020. A essere interessata dalle visite guidate sarà la Confraternita di San Michele, abbinata alla Fortezza di Verrua Savoia.

«Il percorso inizierà con la visita della Confraternita di San Michele a Crescentino – ha spiegato la guida Miriam Canonica – che è decorata da pregevoli stucchi realizzati tra il 1620 e il 1626 e costituita dai nodi sabaudi: un chiaro riferimento alla devozione di Carlo Emanuele I. Il duca si era stanziato a Crescentino durante l’assedio alla Fortezza di Verrua nel 1625 e la sua devozione è confermata dallo speciale privilegio ducale lasciato alla Confraternita: ogni anno, un condannato poteva essere salvato».

Il tour proseguirà quindi alla volta della Fortezza di Verrua Savoia. Importante baluardo tattico e difensivo di Casa Savoia, la Fortezza conquistò fama a livello europeo, dopo che venne assediata durante due importanti guerre europee: la Guerra dei Trent’Anni e la Guerra di Successione Spagnola. Ammodernata secondo i progetti dei principali architetti di Corte in epoca barocca, i resti della Fortezza costituiscono un esempio di studi di architettura militare.

Il primo appuntamento è in programma domenica 5 luglio alle 16, per poi proseguire nelle domeniche 12, 19 e 26 luglio, 6, 13, 20 e 27 settembre sempre alle 16, e le domeniche 4, 11 e 18 ottobre alle 15.30. La visita guidata si può prenotare a un costo di 8 € per persona, esclusi eventuali ingressi. Per informazioni e adesioni: barocco@federagitpiemonte.it o 335.5925925.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here