Addio ad Alceo Mantoan de “I Celti”: aveva 77 anni. Lanciò “‘Na sera a’la stasion”

Vercelli – Alceo Mantoan, de “I  Celti”, il meraviglioso inteprete di “‘Na sera a’la stasion”, si è spento questa notte all’ospedale “Sant’Andrea”, dove era ricoverato da circa un mese e mezzo a causa di un’emorragia cerebrale. Aveva 77 anni. Lascia la Moglie Antonella, il figlio Gianni con Chiara, la figlia Mariella con Elio e la nipotina Margherita. Ma lascia anche l’amico fraterno Bebbe Scarparo, con il quale aveva proseguito l’attività musicale nei Celti, dopo la scomparsa, nel 1982, di Cesare Filippone. I funerali saranno celebrati venerdì alle 10,30 nella chiesa di Billiemme dove domani, giovedì, alle 17, sarà recitato il Rosario.

Tra i “Celti”, il più famoso gruppo folk vercellese, Mantoan si era ritagliato il ruolo di “giocherellone”, eseguendo le canzoni più divertenti – che trascinavano all’entusiasmo il pubblico – come “L’è rivai mia fumna ‘ntle cruste”, “Le rose del giadino”, “l’Antunièta”, e tante altre. Ma a Vercelli la sua fama resterà per sempre legata all’esecuzione di “Puvra d’ ris” di Pino De Maria, da tutti conosciuta come “‘Na sera a’la stasion”.

Per decenni rappresentante della “Locatelli” formaggi nella zona di Casale Monferrato, Alceo Mantoan avrebbe compiuto 78 anniil prossimo dieci novembre. Nel 2007, con Beppe Scarparo, aveva ricevuto il premio “Bicciolano d’oro”.

A breve la data dei funerali e un ricordo del nostro vice direttore, Enrico Dee Maria.

 

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here