Numero legale: il difensore civico dà ragione alla Forte, ma ora la parola al Tar

Vercelli – A dieci giorni dalla decisione del Tar su numero legale e surroghe, che potrebbe giungere o nell’imminenza, o contestualmente o addirittura appena dopo il Consiglio comunale sul bilancio (decisivo per sindaco e maggioranza), ecco che arriva un nuovo parere sulla legittimità o meno di aprire le sedute con 11 piuttosto che con 14 consiglieri. E’ la risposta del difensore civico regionale, l’avvocato Augusto Fierro, ad una lettera che i capigruppo della minoranza Maurizio Randazzo (Vercelli Amica), Massimo Materi (Forza Italia), Alessandro Stecco (Lega Nord) e Gian Luca Zanoni (SiAmo Vercelli) gli avevano inviato il 28 marzo scorso chiedendogli di impedire le aperture dei Consigli comunali, da parte del presidente dell’assemblea, con un numero di consiglieri inferiore ai 14 che erano sempre stati, in precedenza, il minimo indispensabile per dare il via ai Consigli.

La risposta del difensore civico è negativa: a suo avviso, infatti, valgono gli ultimi pareri sui quali poggia la scelta della maggioranza di smentire i tre anni passati e aprire sotto i quattordici: soprattutto, il parere espresso di recente dal Ministero dell’Interno, secondo il quale se il regolamento del Consiglio comunale (che fissa appunto a 14 il quorum costitutivo) va contro lo statuto, si deve applicare lo statuto.

Dunque un nuovo parere, autorevole, a favore della maggioranza Forte. Ma l’attesa è tutta per il pronunciamento del Tar, cui si sono rivolti tre dei consiglieri surroganti, che si sono visti bloccare l’ingresso in Consiglio comunale dal voto infruttuso dell’assemblea (perché adesso l’opposizione ha i numeri per superare o almeno pareggiare quelli della maggioranza), ma anche l’intera opposizione, che ritiene non esserci alcun contrasto tra regolamento e statuto. Il futuro dell’amministrazione Forte passa tutto dalla decisione del Tar Piemonte.

l. a.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here