Lettere con appuntamenti per lo screenig errate, l’Asl di Vercelli: “È stato un errore del sistema centrale del Csi, già bloccato”

A seguito dell’articolo che abbiamo pubblicato ieri (leggi qui), in cui una nota collega giornalista vercellese, Sabrina Falanga, raccontava degli errori e delle date assurde sulla lettera che ha ricevuto per il programma di screenig regionale “prevenzione serena” su patologie importanti come il papilloma virus, oggi l’Asl di Vercelli in una nota spiega che gli invii di appuntamenti errati o con orari “impossibili” sono dovuti a un problema informatico del sistema. Gli inviti con gli appuntamenti nel programma di screenig, infatti, son prodotti automaticamente da un sistema del Dipartimento regionale di screening e dal CSI Piemonte che provvede anche agli invii. L’Asl assicura che appena ci si è accorti della falla, è stato bloccato l’invio delle lettere con gli appuntamenti errati, è accaduto però che qualcuna di queste possa essere scappata. Nel caso si riceva tale comunicazione sbagliata, conclude l’Asl di Vercelli, si può telefonare al numero verde 800 364 036 il lunedì e il mercoledì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 15.00. Il venerdì dalle ore 9.00 alle ore 11.00 o inviare una mail a screening@aslvc.piemonte.it per verificare la correttezza degli appuntamenti

Ecco la replica dell’Asl di Vercelli:
“In relazione a quanto segnalato da un’utente e pubblicato dagli organi di stampa circa inviti a prestazioni di screening con indicazioni “inverosimili” e comunque errate, siamo innanzi tutto rammaricati di quanto accaduto e del disagio arrecato all’utente.

Approfittiamo per precisare che gli inviti per gli esami di screening mammografico e citologico vengono inviati con lettera ad invio automatico da parte del Dipartimento regionale di screening e dal CSI Piemonte. In occasione della prima e seconda ondata pandemica, gli inviti per le prestazioni di screening sono state sospese in tutta la Regione ed il sistema di invito bloccato. Le prestazioni erogate venivano quindi prenotate telefonicamente dai nostri operatori.

Recentemente alla ripresa delle attività, a causa di un errore informatico, sono stati prodotti automaticamente inviti non corretti con indicazioni di presentarsi in orari errati. Nel momento in cui abbiamo riscontrato tali errori, abbiamo chiesto al CSI di bloccare l’invio. Tuttavia è possibile che, a causa del grande anticipo con cui il sistema postale telematico invia gli inviti, nel corso del mese di marzo possano ancora pervenire lettere con indicazioni errate.
Invitiamo quindi le utenti che ricevessero nei prossimi giorni inviti allo screening cervico-vaginali e mammografici, a telefonare al numero verde 800 364 036 il lunedì e il mercoledì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 15.00. Il venerdì dalle ore 9.00 alle ore 11.00 o a inviare una mail a screening@aslvc.piemonte.it per verificare la correttezza degli appuntamenti.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

  1. Tutti credevano che la Asl avesse fatto un errore .. se dici a un vercellese Asl .. per un riflesso simpatico capisce e associa: ” ospedale di Vercelli, dottore bicciolano, medico della mutua dei nostri.. ”
    tutte cose materiali, anche in carne ed ossa … invece .. ci svela la Asl ..che la colpa è ad appannaggio del “sistema centrale del Csi”.. roba più difficile da capire per chi ha la terza media
    NON SOLO non è colpa loro, loro è addirittura IL MERITO ..infatti la Asl quello strafalcione l’ha “già bloccato” ..
    in dettaglio:
    “gli esami di screening mammografico e citologico vengono inviati con lettera ad invio AUTOMATICO da parte del Dipartimento regionale di screening e dal CSI Piemonte … a causa di un ERRORE INFORMATICO
    . Nel momento in cui abbiamo riscontrato tali errori, abbiamo CHIESTO al CSI di BLOCCARE l’invio”.
    INSOMMA LA COLPA è DI TORINO E VERCELLI HA SCOPERTO TUTTO (quando? .. PRIMA DELLA GIORNALISTA, ANTECEDENTEMENTE AI LETTORI DI TG VERCELLI? .. PER SAPERLO CI VORREBBE UN’INDAGINE DI POLIZIA) .. COMUNQUE L’ORIGINE è AUTOMATICA .. SBAGLIA LA MACCHINA .. FORSE ERA UN GIà un ROBOT cinese oppure è stato il DRONE CHE, VEDENDO DALL’ALTO LE DONNE BISOGNOSE DI SCREENING ORDINA AL ROBOT DI DIRAMARE LE CONVOCAZIONI .. ERA RIMASTO INSERITO L’ORARIO DEL SETTORE di pazienti “PROFESSIONISTE DEL SESSO” .. DA LI L’INVITO PER L’ORARIO NORMALE -LORO- DI LAVORO .. e, salvo ERRORI, valido anche pei loro clienti.
    .. E SE L’ERRORE FOSSE ancora, come una volta, di UN UOMO IN CARNE ED OSSA .. DOVE SI TROVAVA lo sciagurato che sbagliò tasto? VERCELLI, SANTHIà CHIVASSO, o TORINO PORTA SUSA?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here