Le compagnie teatrali vercellesi si riuniscono per dare vita a “Shake”

La presentazione in Sala Giunta

È davvero un’iniziativa rivoluzionaria che non ha precedenti “Shake”. Per la prima volta infatti le compagnie teatrali vercellesi si riuniranno per dare vita a una serie di spettacoli itineranti, al di fuori dei luoghi istituzionali dove di solito si fa teatro.

La rassegna è stata presentata in Sala Giunta dall’assessore Daniela Mortara insieme ai rappresentanti dell’Officina Anacoleti, da cui è partita l’idea, Progetto Outlier, Tam Tam Teatro, Diapsi, Max Bottino e Antonio Maria Porretti, I Camalli dell’associazione “Il Porto”, Laura Berardi, Licia Di Pillo, Giuseppe Sabatino e il Trio d’Archi “Vallotti.

Partiamo dal nome: “Shake”. È stato scelto per tre motivi: perché la rassegna avrà come denominatore comune Shakespeare; per la mescolanza tra artisti di diversa estrazione; infine perché in italiano “shake” si traduce con scuotere, in questo caso le coscienze e la curiosità del pubblico, soprattutto quello più giovane.

Lo spazio principale è il cortile dell’ex chiesa di San Pietro Martire e l’area del Pisu. Dunque spazi aperti, ad eccezione dello spettacolo di Max Bottino e Antonio Maria Porretti che ne prevede uno chiuso e quello di Progetto Outlier che si svolgerà all’interno di un’automobile.

Si parte giovedì 16 alle 21 nel loggiato di San Pietro Martire con “La grande notte” degli Anacoleti, tratto da “Sogno di una notte di mezza estate”, interpretato dagli allievi della scuola di teatro. Venerdì 17, stesso luogo e stessa ora, Laura Berardi, Licia Di Pillo e Giuseppe Sabatino, accompagnati dal Trio d’Archi “Vallotti”, proporranno “Shakespeare fondente Noir”, un reading sul tema della crudeltà.

Domenica 19 alle 18 I Camalli con il loro inconfondibile stile daranno vita a “William Shakespeare Greatest Hits”, un’antologia tratta dalle opere del Bardo. Giovedì 23 alle 21 il laboratorio teatrale di Diapsi, curato da Faber Teater, metterà in scena “Grazie Sir William”, un lavoro sul celebre “Romeo & Giulietta”.

Venerdì 24 e sabato 25 alle 21 Progetto Outlier dividerà il pubblico su otto automobili e lo condurrà in giro per la città, mentre dall’autoradio usciranno le voci di Livio Ghisio e di Annalisa Canetto in “L’ordine delle cose” che parte dai “Sonetti” e arriva a una riflessione sul tempo. NB: questo è l’unico spettacolo che richiede la prenotazione (335.5750907, segreteria@anacoleti.org).

Domenica 26 alle 21 Mario Sgotto e Tam Tam Teatro saranno protagonisti di “Fools” che indagherà gli aspetti più dissacranti, recuperati in un contesto di contemporaneità, sul tema del giullare e del buffone come profondi conoscitori dell’animo umano. “Fools” si svolgerà nell’area del Pisu con un happening che coinvolgerà anche Bottega Miller e il Coro Quinta Vox, diretto da Marco Saveriano.

Infine, sabato 8 giugno dalle 17 alle 21 all’interno della Casa d’Arte Viadeimercati in via Morosone, Max Bottino e Antonio Maria Porretti in “Waves/01/King Lear. Tragedia incompiuta per due corpi e una stanza”. La drammaturgia è di Porretti che ha privilegiato un punto di vista particolare del capolavoro shakespeariano, mentre l’installazione è dell’artista Max Bottino.

m.m.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here