La Pro parte col piede giusto: 2-0 alla Pianese

Chi bene comincia è a metà dell’opera, recita un vecchio adagio. La Pro lo ha seguito alla lettera battendo 2-0 all’esordio in campionato la matricola Pianese. Tutto accade nei secondi quarantacinque minuti perché nei primi prevale la noia. È Della Morte ad aprire le danze, chiuse poi da un autogol di Vavassori. Nel complesso i bianchi hanno dimostrato di essere una squadra che potrà dire la sua in questa stagione.

Alberto Gilardino manda in campo la Pro con il 4-3-3: Moschin tra i pali, Franchino, Auriletto, Carosso e Quagliata sulla sinistra; a centrocampo Graziano, Schiavon e Varas; in avanti Azzi, Rosso e Dalla Morte. Masi parte dalla panchina. La Pianese si affida al tridente offensivo formato dai due Benedetti e da Rinaldini.

Primo quarto d’ora decisamente avaro di emozioni, con una leggere supremazia ospite, testimoniata solo però dal maggio numero di corner calciati. Al 22′ Quagliata ci prova addirittura da centrocampo, la palla si stampa sulla traversa. La reazione della Pianese è tutta in una punizione di Benedetti che prende la barriera. Per il resto poco o quasi nulla da segnalare. L’arbitro concede un minuto di recupero. Si va a riposo sul risultato di 0-0.

Al 7′ della ripresa Pro in vantaggio con Della Morte, lesto a ribattere in rete dopo che il portiere Fontana aveva ribattuto malamente un’incornata di Rosso. La partita si apre: al minuto 11 miracolo di Moschin che di istinto para di piede un colpo di testa sicuro di Lorenzo Benedetti. Padroni di casa che potrebbero raddoppiare con Rosso che sbaglia clamorosamente di testa solo davanti al portiere. Al 17′ primo cambio per la Pro: fuori Rosso, dentro Cecconi. Il 2-0 è frutto di una sfortunata autorete di Vavassori che al 22′ devia in maniera maldestra un innocuo cross di Varas. Al 26′ entra Russo per Della Morte, autore dell’1-0. Alla mezz’ora Pianese in dieci per l’espulsione di Catanese che si butta in area e rimedia il secondo giallo. Al 41′ tocca a Graziano a fare posto a Mal.

L’arbitro fissa in quattro i minuti di recupero finale, ma non succede nulla. Finisce 2-0 per la Pro. Vittoria tutto sommato meritata, nata da episodi favorevoli che comunque sono stati sfruttati a dovere. Le partite si vincono anche così. Prossimo impegno domenica 1 settembre a Lecco.

Il top. Bene Quagliata nel primo tempo: al di là della traversa colpita, presidia con attenzione la sua fascia. A centrocampo ottimo lavoro di Graziano che ci è apparso molto motivato.

Il flop. Un vero e proprio flop non c’è, tutti i giocatori si sono mossi piuttosto bene. Sarebbe bello vedere al “Piola” più pubblico. Oggi ce n’era davvero poco. Speriamo che in futuro la rotta venga invertita.

Massimiliano Muraro

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here