Per la festa di Sant’Eusebio il Museo Leone ricorda Fra Dolcino

Anche quest’anno il Museo Leone non farà mancare la sua presenza in occasione della festa di Sant’Eusebio. L’appuntamento di giovedì 1° agosto alle 17.30, dal titolo “Fra Dolcino. Storia di un eretico tra mito e realtà”, a cura del Conservatore Luca Brusotto e del suo vice Riccardo Rossi, propone un viaggio alla scoperta di una delle figure più controverse ed affascinanti che mai abbiano intrecciato la loro storia a quella del nostro territorio.

Dolcino, o fra Dolcino, come venne chiamato soprattutto dalla storiografia ottocentesca, predicatore millenarista originario di Prato Sesia arso vivo sul rogo a Vercelli nel 1307, è una delle figure più oscure quanto affascinanti del medioevo.

Ricordato da Dante nella Divina Commedia e capace di scatenare contro di sé e i suoi seguaci una vera e propria crociata alla quale oppose una fiera resistenza, ha alimentato nei secoli a seguire e fino a tutto il Novecento una letteratura storica, politica e propagandistica che passando dalle cronache locali a quelle nazionali lo ha di volta in volta trasformato in eroe ribelle o in pericoloso malfattore e sovversivo. Al centro delle trame de “Il Nome della Rosa”, capolavoro di Umberto Eco, ne è addirittura divenuto il protagonista nella recente riproposizione televisiva.

La patronale sarà inoltre occasione per valorizzare il ricco patrimonio librario del Museo Leone e quindi di tutti i Vercellesi: l’incasso dell’iniziativa contribuirà infatti al restauro degli Statuti di Vercelli, stampati dall’editore vercellese Pellipari nel 1541.

Già lo scorso anno la raccolta fondi ebbe successo, permettendo il restauro di un altro prezioso volume della collezione di Leone: l’Ortus Sanitatis, un bestiario, lapidario ed erbario stampato nel 1538, ricco di numerose illustrazioni che, per l’occasione, sarà presentato al pubblico, mentre saranno ringraziati tutti coloro che hanno contribuito a dargli nuova vita, i cui nomi saranno ricordati e conservati insieme al volume stesso nella biblioteca di Leone.

L’appuntamento al Museo Leone con Dolcino si concluderà, come di consueto, con un brindisi ed un piccolo rinfresco per festeggiare insieme la patronale. La prenotazione è obbligatoria ai numeri 0161.253204 o 348.3272584. Per altre informazioni consultare il sito www.museoleone.it o mandare una mail a info@museoleone.it

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here