Della Morte riporta a galla la Pro Vercelli che nel finale a Piacenza rischia pure di vincere

Fonte pagina FB Pro Vercelli (foto Ivan Benedetto)

Il 2021 della Pro Vercelli si apre con un pareggio. Al “Garilli” contro il Piacenza finisce infatti 1-1 e succede tutto nel secondo tempo, dopo la noia imperante dei primi quarantacinque minuti dove in pratica non capita niente. Nella ripresa la musica cambia, all’inizio a favore del Piacenza (gol di Maritato su rigore), poi il finale è della Pro che pareggia con Della Morte e va pure vicina al 2-1 con Borello. Solo un grande Libertazzi (migliore assoluto in campo) impedisce ai suoi il tracollo.

Il modulo è sempre il 3-4-3, ma ci sono parecchie novità. La prima è che Comi e De Marino partono dalla panchina. Sorprende l’esclusione di Comi, nonostante le pesanti assenze in attacco di Rolando e di Zerbin. Il nuovo acquisto Mezzoni in campo subito dal primo minuto. Saro in porta; difesa a tre con Hristov, Masi e Auriletto; a centrocampo Mezzoni, Emmanuello, Nielsen e Iezzi; in avanti rivoluzione con Della Morte, Padovan e Romairone. Il Piacenza di Manzo si affida a Lamesta e Flores Heatley.

Nei primi dieci minuti le due squadre si studiano, tentano qualche sortita, ma senza troppa convinzione. Al 20′ Mezzoni prova un tiro dalla destra, essendo decentrato Libertazzi non ha alcun problema a fare sua la palla. Se ne va via così mezz’ora di gioco. La prima vera occasione arriva al 36′ ed è del Piacenza: girata di Simonetti, ma Saro è pronto e devia in calcio d’angolo. Al 42′ sgroppata di Mezzoni e cross che si trasforma in una specie di tiro che impegna Libertazzi. Dopo un minuto di recupero si va a riposo sul risultato di 0-0.

A inizio ripresa il Piacenza è molto aggressivo e pressa la Pro fin dalla sua area. Al 52′ i bianchi si divorano il vantaggio: calcio di punizione dalla sinistra, palla a Padovan che calcia, ma Libertazzi si oppone due volte, la sfera arriva sulla testa di Auriletto che a porta vuota mette alto. I padroni di casa rispondono con Pedone che anticipa Saro ma calcia alle stelle. Ora il match si è acceso.

Al 60′ primi due cambi per la Pro: fuori Padovan e Romairone, dentro Comi e Leo Gatto che fa così il suo esordio. Due minuti più tardi bel destro a giro di Della Morte, Libertazzi smanaccia in angolo. Al 65′ calcio di rigore per il Piacenza a causa di un fallo di Nielsen (anche ammonito) ai danni di Galazzi. Sul dischetto il nuovo entrato Maritato che fa 1-0. Al 77′ Modesto getta nella mischia Borello per Iezzi. All’87’ pareggio della Pro: errore di disimpegno da parte di Bruzzone, ne approfitta Della Morte che supera Libertazzi.

Al 90′ bello spunto di Borello, ma il portiere ci mette il piede. Un minuto dopo cross di Leo Gatto per Borello, ma ancora Libertazzi compie l’ennesimo miracolo. L’arbitro concede cinque minuti di recupero, ma non succede più nulla. Finisce 1-1. Prossimo impegno e ultima giornata del girone di andata domenica 17 al “Piola” contro la Carrarese (inizio ore 15, diretta su RaiSport).

Il top. Della Morte. È il più pericoloso dell’attacco bianco, già nel primo tempo quando le occasioni certo non fioccano. Spinge anche nella ripresa ed è lesto ad approfittare dell’errore di Bruzzone, finendo per segnare il gol del pareggio.

Il flop. Nielsen. Commette un fallo del tutto evitabile e causa il rigore del Piacenza. Al di là di questo non riesce a dettare i tempi della manovra, incide poco in fase di interdizione e sbaglia pure molti passaggi. Giornata da dimenticare.

Massimiliano Muraro

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

  1. Strana formazione e soprattutto strani avvicendamenti.. d’accordo che ormai nel calcio ruotano tutti gli effettivi, a turno, ma sorge un dubbio.. che le vacanze abbiano nuociuto “alla famiglia” Pro Vercelli? Primo tempo: 10′ di studio e… 35 dedicati alla lettura. Secondo tempo: riusciamo a portare sugli altari.. Maritato.. poi finalmente si lotta.. alla Morte… si vede che il calcio diverte ancora chi lo pratica.. alla fine quelli che sono in campo si svegliano.. non possono farne a meno: giocano!

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here