Confermata la Granfondo Mangia e Bevi, Vercelli pronta ad accogliere i ciclisti

Confermata per domenica 16 maggio la Granfondo Mangia e Bevi con partenza e arrivo a Vercelli. Il Comitato Organizzatore, guidato da Francesco Ravera, presidente del Team One PM, a un mese esatto dalla competizione, ha sciolto le riserve, confortato dal passaggio del Piemonte in zona arancione e dal fatto che la gara è stata riconosciuta di interesse nazionale dal Coni, per cui sarà raggiungibile anche da chi proviene da altre regioni.

Per chi non è pratico di ciclismo spieghiamo prima di tutto cosa è una granfondo. Si tratta di una manifestazione che, secondo le norme della Federciclismo, si sviluppa su una distanza che va da 120 fino a 170 km. Negli ultimi anni in Italia si è assistito a un vero e proprio boom di queste corse che richiamano migliaia di appassionati, pronti a darsi battaglia o che molto più semplicemente vogliono godersi qualche ora in compagnia sui pedali.

Tra le più ambite e rinomate ricordiamo la Nove Colli di Cesenatico, capace di portare in Romagna ogni anno più di 12.000 cicloamatori, la Maratona delle Dolomiti che conta 9.000 partecipanti, la durissima Fausto Coppi a Cuneo, la Stelvio Santini a Bormio, la Felice Gimondi a Bergamo e l’austriaca Ötztaler Radmarathon, fiore all’occhiello con i suoi 238 km e 5.500 metri di dislivello positivo. Le granfondo hanno sì un carattere agonistico, ma sta sempre più prendendo piede il lato amatoriale che permette di gustarsi per un weekend le bellezze e le eccellenze del territorio che le ospita. Ed è questo l’aspetto che più interesserà la Mangia e Bevi.

Per quanto riguarda la granfondo vercellese sono state messe in campo norme severe per garantire la sicurezza di tutti i partecipanti: ognuno dovrà compilare l’autodichiarazione Covid-19, dotarsi di dispositivi di protezione individuale, sanificare le mani con i dispenser posti nell’area di manifestazione, misurare la temperatura, evitare assembramenti, smaltire i dpi negli appositi contenitori. Tutte le regole specifiche si possono consultare a questo link.

A Vercelli saranno due giorni all’insegna del ciclismo, come non se ne vedevano da anni. Inoltre non dimentichiamo che il territorio in quel periodo sarà interessato dal passaggio del Giro d’Italia che per l’edizione 2021 ha individuato il Piemonte come regione privilegiata con ben cinque tappe. La città avrà anche modo di conoscere da vicino il mondo della bicicletta, del quale è un po’ a digiuno, specie se confrontata con altre realtà. In tal senso la Mangia e Bevi può essere un trampolino di lancio in questa direzione, cioè incentivare l’uso della bici, soprattutto per gli spostamenti in centro.

Ma la granfondo è anche e soprattutto agonismo. Per ora gli iscritti sono poco meno di seicento (546 a mercoledì 15 aprile), ma si conta che il numero crescerà. «Per le società e i gruppi sportivi del territorio – spiega Francesco Ravera – abbiamo intenzione di mantenere l’iscrizione a 35 €, cioè senza aumenti, proprio perché vogliamo che partecipino più persone».

La partenza è fissata per le 10 in corso De Gasperi con le griglie (dove si posizionano i corridori prima del via) aperte già alle 8.30. Andatura controllata dietro la macchina della giuria con chiusura delle strade fino all’uscita da Vercelli, poi tutti in direzione Trino. A Pontestura si inizierà a salire verso Camino, Isolengo, Cantavenna, Gabiano, Varengo, Cerrina, Serralunga di Crea e Santuario di Crea dove è fissato il Gran Premio della Montagna.

Discesa verso Ponzano e lì si divideranno i percorsi: chi sceglierà il medio svolterà a sinistra per tornare a Vercelli, chi il lungo proseguirà per Grazzano Badoglio, Casorzo, Vignale, Frassinello, Cellamonte, Vialarda e quindi prenderà per Vercelli. Previsti due ristori, a Cerrina e a Vialarda per il lungo, Cerrina e Agricola BeS per il medio.

All’arrivo saranno premiati i primi cinque di categoria per entrambi i percorsi, la classifica a squadre verrà stilata in base ai km percorsi dai corridori in entrambe le prove. Premiate le prime dieci società. La quota di partecipazione è di 45 € fino al 14 maggio, 60 € il 15 e il 15 maggio se ci si iscrive direttamente sul posto. La quota di partecipazione comprende il pettorale personalizzato, l’assistenza tecnica, l’assistenza sanitaria in corsa, rifornimenti, servizio scopa, pasta party all’arrivo.

Per tutte le informazioni consultare il sito ufficiale della Mangia e Bevi.

Massimiliano Muraro

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here