Caresana pronta ad accogliere profughi dall’Ucraina

Il sindaco di Caresana Claudio Tambornino

Riceviamo e pubblichiamo la lettera inviata dal Comune di Caresana all’Ambasciata d’Ucraina nella Repubblica Italiana e al Consolato generale dell’Ambasciata d’Ucraina

 

A seguito della preoccupante escalation del conflitto in atto in territorio ucraino dopo l’invasione militare russa, l’Amministrazione comunale di Caresana, che mi onoro di rappresentare, grazie alla possibilità di utilizzo di una struttura offerta da un illustre Caresanese, Dott. Sergio Cavagliano, si rende disponibile ad accogliere donne e bambini.

La grave situazione, estremamente complessa e di difficile decifrazione geopolitica in atto con i successivi scenari che potrebbero configurarsi, anche al di fuori dei confini ucraini pongono in estrema ratio la necessità di adoperarsi per coloro che potrebbero subire, ingiustamente e incolpevolmente, gravi conseguenze.

Ci siamo attivati immediatamente al fine, nel nostro piccolo, di portare un contributo di solidarietà attiva aprendo le porte di Caresana a donne e bambini ucraini che fuggono la guerra.

Fin da ora ci rendiamo disponibili con le autorità italiane e ucraine per partecipare ad una rete di solidarietà nazionale e internazionale che possa dare le giuste risposte con l’obiettivo di promuovere e contribuire alla pace e alla sicurezza oltre che alla solidarietà e al rispetto reciproco tra i popoli e alla rigorosa osservanza e allo sviluppo del diritto internazionale, in particolare al rispetto dei principi della Carta delle Nazioni Unite.

Il Sindaco di Caresana

Claudio Tambornino

 

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

4 Commenti

  1. Decine di sindaci di tutt’Italia offrono il proprio “contributo” generoso e inviano messaggi all’ambasciatore di Ucraina a Roma che essendo ostentatamente propositivi ed affettuosi farebbero immaginare due righe di risposta .. ma l’ambasciatore non risponde mai .. forse perché non sa bene quali ambasce rappresentare: se quelle del capo ancora in carica, al governo, o addirittura quelle dei nazisti più puri … oppure la “minoranza silenziosa” &/o/+ .. i milioni di cittadini facenti parte della minoranza russa sopravvissuti ai bombardamenti dello stato ucraino?
    Neppure il capo del partito forse con maggior seguito popolare in Italia ottien un cenno, una strizzata d’occhio .. eppure la Meloni .. considerata fascista ex alleata dei nazisti è decisamente .. ah. no .. è ancora a favore dei nazisti .. che sia per quello che l’Ambasciatore che non può proferir sentenza?
    https://www.notizienazionali.it/notizie/attualita/33033/ucraina-presidente-fdi-giorgia-meloni-incontra-ambasciatore-melnyk

  2. Dice il saggio Sindaco di Caresana:
    “La grave situazione, estremamente complessa e di difficile decifrazione geopolitica in atto con i successivi scenari che potrebbero configurarsi, anche al di fuori dei confini ucraini pongono in estrema ratio la necessità di adoperarsi per coloro che potrebbero subire, ingiustamente e incolpevolmente, gravi conseguenze … “.
    DAVVERO TUTTO è POSSIBILE: dalla pace entro poche ore alla WW3 .. per ora lo stato italiano e anche “gli alleati” dicono di essersi determinati a fornire armi che pare siano in parte già in via di consegna .. purtroppo amazon non aiuta … qualcuno dice che dobbiamo schierare i nostri imbattibili-F-35 (o costosissime tinozze volanti) … e tutti in coro intimiamo CORAGGIOSAMENTE e professiamo il convincimento che c’è da armarsi e partire
    https://www.youtube.com/watch?v=NRiz7onITF4

  3. A proposito di Giorgia, dice il secolo che è già la seconda volta che lo cerca:
    La lettera a Melnyk prima di volare in Usa
    “Caro ambasciatore, avrei voluto sentirla telefonicamente ma purtroppo in questo momento sono in volo per gli Stati Uniti: una missione che ho ritenuto di confermare proprio per ribadire il nostro sostegno alla posizione occidentale…”. ”Ci tengo ad esprimere a lei, e per suo tramite al suo governo e a tutto il popolo ucraino -scrive la leader di Fdi- la vicinanza e il sostegno mio, di Fratelli d’Italia e dei Conservatori europei che ho l’onore di presiedere”. Prego per le vittime civili e per le loro famiglie. Per quanto nelle nostre possibilità, ci ritenga a disposizione”, aveva detto all’ambasciatore dell’Ucraina in Italia, Yaroslav Melnyk. L’incontro di oggi ha cementato questa vicinanza.
    … i-c.

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here