Il Banco di via Paggi cerca una nuova sede e intanto continua la sua benemerita missione

 

Vercelli – Come aveva proclamato ufficialmente l’ex prefetto Minunni durante una serata di qualche anno fa, al Civico, a favore delle popolazioni colpite dal sisma dell’Aquila, Vercelli è proprio la “città della solidarietà”. Lo si sapeva e la conferma sta avvenendo in questi giorni in cui molte famiglie sono messe a dura prova dall’emergenza Covid e anche dal post-emergenza.

Tra i primi ad attivarsi per aiutare praticamente i concittadini meno fortunati, Wanna Goddi, la titolare nel negozio di articoli sanitari “Tecnomedical” di via Paggi. Eravamo ancora in pieno lockdown e già la signora Goddi riusciva ad organizzare la solidarietà di colleghi, liberi professionisti, cittadini, poggiandosi sull’aiuto di un’altra donna di rara sensibilità: la dipendente dell’Asl ed ex consigliere comunale Valeria Simonetta, che, a sua volta riusciva a coinvolgere numerosi colleghi di lavoro.

Per merito loro è sorto un banco alimentare che ha preso a funzionare a tutto spiano, anche durante il duro periodo di isolamento, e che poi ha dovuto ricorrere all’appoggio della Lega Nord per trovare uno spazio acconcio visto che si stava sempre più ampliando: la Lega ha messo a disposizione la sua sede di corso Libertà, implementando anche il numero dei volontari. Ora il Banco sta cercando una nuova sede.

 

Nel frattempo, ha aiutato centinaia di famiglie in difficoltà e, tra l’altro, è riuscita persino a rianimare un ristorante proprio di via Paggi, che non riusciva a ripartire a causa della crisi, “L’Angolo”, acquistandogli i prodotti alimentari in grado di riattivare la cucina. E l’altra sera i titolari del ristorante, Bruno Tatti e Anna D’Ambrosio, hanno contraccambiato il bellissimo gesto del volontari Banco di via Paggi, offrendo loro una cena.

Come dicevamo prima, il Banco avviato dalla signora Goddi adesso cerca un’altra sede: per il momento i pacchi alimentari donati dai vercellesi vengono raccolti (e poi distribuiti) da Tecnomedical, e stoccati provvisoriamente in un garage. L’augurio è che trovi presto una sede stabile dove possa continuare a svolgere la sua missione benemerita.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

  1. Grazie alla solidarietà di queste meravigliose persone con il cuore altruista posiamo dire che una città o paese e grande perché vale di più che qualunque altre situazioni difficili. Grazie a questa solidarietà tanta gente può de qualche modo trovare un po’ di conforto e tranquillità. Grazie

Rispondi a Irma Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here