Un secolo di grande scherma nel libro “A fil di spada”

dig

Vercelli – Ci sono tutti, ma proprio tutti: i campioni, i precursori, i pionieri e maestri della scherma. Tutti, dal generale Bertinetti a Francesco Visconti, passando a Franco Bertinetti, a Maurizio Randazzo a Sara Cometti, a Gianni Muzio, Victor Kulcsar per arrivare a Chicca Isola, fresca vincitrice della Coppa del Mondo giovanile. In poco meno di 350 pagine – attraverso centinaia di foto d’epoca e di Renato Greppi – c’è un secolo di scherma vercellese e ci sono le prime 50 edizioni del Trofeo Bertinetti nel volume “A fil di spada” presentato ieri sera al Ridotto del Civico. Edito dalla “Effedì”, è stato scritto a dodici mani dai giornalisti Marco Barberis, Filippo Campisi, Enrico De Maria, Ella Lanza e Alex Tacchini e dalla ex schermitrice e storica della scherma vercellese Betty Serazzi. Tutti hanno firmato capitoli specifici, ma Alex Tacchini ha svolto un grandioso lavoro di ricerca, corredando il libro di un’appendice statistica unica probabilmente nella storia della scherma italiana e mondiale.

Il libro (da ieri a disposizione nelle librerie vercellesi al prezzo di 27 euro) è stato finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli, ieri rappresentata al Ridotto dall’avvocato Alessandro Scheda. Oltre a lui hanno parlato dell’opera il sindaco Maura Forte, con gli assessori Andrea Coppo e Daniela Mortara, il presidente della Provincia Carlo Riva Vercellotti, il presidente del Panathlon Club Gigi Pensotti e il presidente della Pro Vercelli Scherma Italo Monetti. E, ovviamente anche i sei autori. L’opera è stata particolarmente apprezzata dai grandi campioni presenti in sala: i campioni olimpici Maurizio Randazzo ed Elisa Uga, la pluricampionessa, e oggi giornalista Sky, Sara Cristina Cometti e il mitico Guido Cipriani (il “Cip”), vincitore della primissima edizione del “Bertinetti”. Un libro fondamentale per chi ama lo sport vercellese.

(Nella foto, Alex Tacchini con Maurizio Randazzo ed Elisa Uga)

 

 

Ecco la gallery della serata

 

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here