L’omaggio della Ducale a Giovanni Barberis: “Questo concerto speciale è per te”

Proprio nel giorno in cui, frugando tra i cari ricordi, Vittorina Barberis ha trovato, su YouTube, uno spezzone del Carnevale 2011, con il suo Giovanni impegnato in vicolo Leale (già Baggiolini) a intrattenere, da par suo, i carnevalanti (tra i quali c’erano i compianti Cesare Losa e Gianni Dosio), ecco che, la sera, arriva il commovente omaggio della Camerata Ducale al grande cantore del folk scomparso il 16 gennaio scorso a 76 anni.

Per conto de “La Stampa”, Giovanni Barberis (che aveva una conoscenza sterminata, e non saccente, di tutti i generi musicali) era stato il primo giornalista ad occuparsi, fedelmente, della Camerata Ducale, fin dagli esordi di Cristina Canziani e Guido Rimonda a Vercelli.

E ieri sera, di fronte al sindaco Corsaro, in platea, prima che incominciasse il fantastico (ogni altro aggettivo sarebbe inadeguato) concerto dell’Anna Tifu Tango Quartet, di cui parleremo nelle prossime ore, ecco l’omaggio affettuoso, tenero e commovente di Cristina Canziani al giornalista che per primo ha creduto nella Ducale.

“Un concerto speciale – ha detto la direttrice artistica del Viotti Festival -per una personale speciale”. La moglie di Guido Rimonda ha sottolineato come Giovanni Barberis avrebbe gradito questo concerto perché lui, che amava definirsi “bluesman”, era soprattutto legato a generi di musica in cui la parte popolare e tradizionale si fonde sia con il jazz, sia con il blues sia con la musica classica, in una miscela di gusto, passione ed eleganza.

 

Dalla platea si è levato un lungo applauso e pochi minuti dopo, avvisata della “dedica” al marito, da parte di una coppia che stimava e a cui voleva bene, Vittorina Barberis, dalla sua casa di Stroppiana dove ogni giorno ricostruisce frammento per frammento la sua sessantennale vita con Giovanni, ha ringraziato, grata e commossa.

Al suo “grazie” unisco il mio e quello di un vero esercito di amici giornalisti, musicisti, esponenti del folk, di Radio City, di VercelliWeb.tv e della poesia dialettale. E ovviamente, quello di tutto il popolo dei carnevalanti.

Giovanni e Vittorina Barberis

Con la certezza che “Oblivion” di Piazzola, il bis conclusivo, ti sia arrivato fin Lassù, caro Gio’.

Edm

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

2 Commenti

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here