Per la prima volta un pianista cinese vince il “Viotti”: la palma a Ziyu Liu, 21 anni

LA proclamazione del verdetto e la gioia di Liu

 

Vercelli – Per la prima volta nella storia del Concorso Viotti, un cinese ha vinto l’edizione di pianoforte. Poco fa, al Civico, suonando il primo Concerto di Ciaikovskij, il ventunenne Ziyu Liu si è aggiudicato la palma viottiana (e un premio in denaro di 21 mila euro), precedendo il sud coreano Hans H. Suh, di 29 anni (cui sono andati 9 mila euro), che ha presentato il Concerto numero 1 di Brahms, e l’altra cinese Ylan Zhao, 24 anni, che ha proposto in finale il Concerto numero 2 di Rachmaninov. Il pianista sud coreano si è aggiudicato il premio del pubblico (numerosissimo) che ha assistito alla finale.

L’ultima e decisiva riunione della giuria subito dopo la finale in una sala del giro-palchi del Teatro Civico

Tutti e tre i finalisti hanno suonato con l’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova diretta da Daniel Somogyi-Toth.

La giuria che ha stilato la classifica finale (meno di un punto di distacco tra il primo e il secondo, più lontana la ragazza) era presieduta dal nipponico Jun Kanno e  composta da Cristian Burato, Udo Gefe, Mi Kyung Kim, Ruggero Laganà,  Alexey Lebedev e Sergio Marengoni.

La serata di gala conclusiva del 70° Concorso Viotti è stata condotta magistralmente da Paolo Pomati.

edm

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here