Guida Michelin 2020, confermata la stella ai vercellesi Costardi Bros. In Piemonte 46 ristoranti top

È stata presentata oggi, al teatro Municipale di Piacenza, la nuova Guida Michelin 2020, testo di riferimento per gli amanti della cucina “stellata”. La guida sarà in libreria da domani 7 novembre 2019.

Enrico Bartolini è il nuovo tristellato italiano con il ristorante «Mudec» di Milano. Salgono così a 11 gli chef con il più alto riconoscimento nel nostro Paese.

Nella 65esima edizione della guida, diretta in Italia da Sergio Lovrinovich e a livello internazionale da Gwendal Poullennec, sono 30 le new entry, e due nei bistellati. Salgono a 374 i ristoranti stellati nel nostro Paese.

Tra questi spicca, a Vercelli, la stella del ristorante dei Costardi Bros., il Christian&Manuel del Cinzia, confermato a una stella dopo aver compiuto 10 anni dal primo riconoscimento.

 

“Per la sua varietà, che armonizza tradizioni regionali e creatività, per la ricchezza dei suoi prodotti e l’eccellenza dei suoi chef, l’Italia brilla al centro del panorama gastronomico globale – ha detto Gwendal Poullennec, Direttore Internazionale Guide Michelin -. Sono 33 i nuovi ristoranti stellati che si affacciano sulla scena culinaria offrendo la propria, personale testimonianza delle infinite varianti della cucina del Bel Paese”.

 

Il totale dei ristoranti stellati in Italia come detto è 374: prima la Lombardia, dietro la quale arriva il Piemonte, con 4 novità nei suoi 46 ristoranti, e seconda regione per numero di ristoranti Bib Gourmand, ossia quelli che propongono una piacevole esperienza gastronomica, con un menu completo a meno di 35  euro.

 

In particolare la provincia di Cuneo vanta ben 18 ristoranti stellati.

Tra questi c’è il tre stelle Piazza Duomo ad Alba (CN), inserito tra i famosi “11 che valgono il viaggio”. Sempre in provincia di Cuneo c’è una delle novità tra i ristoranti del Piemonte che “meritano una deviazione”, ovvero “La Madernassa”, a Guarene, dove lo chef Michelangelo Mammoliti classe 1985, propone la sua cucina.

 

In occasione della presentazione della Guida Michelin Italia 2020 sono stati conferiti 4 premi speciali tra cui un’eccellenza ancora una volta piemontese. Si tratta del premio Servizio di Sala Michelin 2020, By Coppini assegnato a Sara Orlando Ristorante Locanda di Orta, Orta San Giulio.

 

Una stella inoltre – la prima – al ristorante Condividere della Nuvola Lavazza di Torino, guidato dallo chef modenese Federico Zanasi. Come spiega Lavazza “il concept, fortemente sostenuto da Bob Noto e ispirato e studiato da Ferran Adrià, introduce un nuovo modo di vivere la convivialità a tavola, combinando la migliore tradizione gastronomica con la spontaneità che caratterizza il senso profondo dell’ospitalità italiana, unita alla suggestiva scenografia firmata dal premio Oscar Dante Ferretti”.

 

Questa la lista dei locali stellati in Piemonte

 

Ristoranti in Piemonte con tre stelle Michelin

Alba (CN) –  Piazza Duomo

 

Ristoranti in Piemonte con due stelle Michelin

Cervere (CN) – Antica Corona Reale
Guarene (CN) – La Madernassa
Orta San Giulio (NO) – Villa Crespi
Verbania / Fondotoce (VB) – Piccolo Lago

 

 

Ristoranti in Piemonte con una stella Michelin

 

Alessandria
Acqui Terme – I Caffi
Alessandria / Spinetta Marengo – La Fermata

 

Asti
Isola d’Asti –  Il Cascinale Nuovo
Penango / Cioccaro – Locanda del Sant’Uffizio- Enrico Bartolini
Tigliole –  Ca’ Vittoria

 

Biella
Pollone –  Il Patio

 

Cuneo
Alba – Larossa
Alba – Locanda del Pilone
Benevello – Damiano Nigro
Canale – All’Enoteca
Cherasco –  Da Francesco
Grinzane Cavour –  Marc Lanteri Al Castello
Piobesi d’Alba – 21.9
Priocca CN –  Il Centro
Santo Stefano Belbo –  Il Ristorante di Guido da Costigliole
Serralunga d’Alba –  La Rei
Serralunga d’Alba / Fontanafredda CN –  Guido
Treiso –  La Ciau del Tornavento
La Morra –  Massimo Camia
La Morra / Annunziata –  Osteria dell’Arborina
Monforte d’Alba –  Fre

 

Novara
Novara –  Tantris
Novara – Cannavacciuolo Cafè & Bistrot
Orta San Giulio – Locanda di Orta
Soriso – Al Sorriso

 

Torino
Caluso –  Gardenia
Pinerolo – Zappatori
Rivoli  – Combal.zero
San Maurizio Canavese – La Credenza
Torino – Cannavacciuolo Bistrot
Torino – Carignano
Torino – Casa Vicina-Eataly Lingotto
Torino – Condividere
Torino – Del Cambio
Torino – Magorabin
Torino – Spazio7
Torino – Vintage 1997
Venaria Reale – Dolce Stil Novo alla Reggia

 

Verbano-Cusio-Ossola
Domodossola –  Atelier
Verbania / Pallanza – Il Portale

 

Vercelli

Vercelli –  Cinzia da Christian e Manuel

 

 

“Anno dopo anno, la Guida rileva che la straordinarietà della nostra cucina sta nell’eccellenza dei prodotti, nelle tradizioni radicate nel territorio e nella capacità di innovare – sono le parole di Sergio Lovrinovich, direttore di Guida Michelin Italia – Forse è “tutto qui”, ma essere semplici e allo stesso tempo innovativi è un duro lavoro, che esige costanza, passione e collaborazione. Congratulazioni, quindi, a tutti gli chef e ai loro team che danno risalto alla scena gastronomica italiana, che può andar fiera dei suoi 374 ristoranti stellati”.

 

La Guida Michelin è anche una app Michelin Ristoranti e online al sito delle guide Michelin con le descrizioni dei ristoranti, itinerari e anteprime.

 

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here