Roberto Rosso: “I musulmani italiani non vanno in alcun modo discriminati, ma loro devono rispettare la Costituzione”

 

 

“I musulmani che hanno la cittadinanza nel nostro Paese sono cittadini italiani a tutti gli effetti e non devono subire forme di discriminazione e di razzismo, ma loro devono imparare la lingua e soprattutto rispettare la nostra Costituzione, nei suoi principi fondamentali”: lo ha dichiarato questo pomeriggio l’assessore regionale ai Diritti, Roberto Rosso, che ha incontrato presso la sede regionale di via Viotti i rappresentanti delle due associazioni arabo-egiziane El Nilo e Centro Mecca.

Ecco alcune immagini dell’incontro

 

 

 

Motivo della riunione la volontà di organizzare a Torino un grande evento interreligioso sulla fratellanza umana, in cui discutere e approfondire il documento firmato da Papa Francesco e dal Gran Imam di Al-Azhar, Ahmad Al Tayyeb, che si dovrebbe tenere a dicembre.

Gli esponenti delle due associazioni hanno anche fatto presente a Rosso la necessità di un aiuto della Regione per l’organizzazione di corsi di italiano e corsi per le famiglie, in modo che queste possano apprendere i fondamenti della cultura occidentale nel rapporto con moglie e figli. Tutti temi su cui Rosso intende lavorare nei prossimi mesi, “perché vogliamo una società di persone, che, ciascuna con la propria religione, si riconoscano in valori di convivenza comuni”.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

  1. Rosso non pare del tutto rosso ma neppure sovranista!? .. pur facendo parte di FdI .. mistero! .. non si ispira a .. Giorgia MELONI ma al Vaticano e indica la stessa strada seguita p.es. dalla Francia, con ENORME .. insuccesso!? Che sia rimasto intimidito dal signore sulla destra con maglietta di color rosso ?? .. molto robusto!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here