Quattro concerti e il festival delle birre artigianali per chi trascorre agosto a Vercelli

Evangelisti, Sabatino e Tascini.

L’Amministrazione comunale ha in serbo un agosto ricco di appuntamenti per chi trascorrerà le vacanze in Città. Il calendario di NotTe d’Estate è stato presentato in Sala Consigliare dall’assessore allo Sport, Eventi e Manifestazioni Mimmo Sabatino, affiancato dai colleghi Patrizia Evangelisti e Maurizio Tascini.

Si parte già domani, giovedì 6 agosto, con le Canzoni d’autore, eseguite dal Maestro Luigi Ranghino a partire dalle 21 nel cortile dell’ex Monastero di San Pietro Martire (Area Pisu). Per questo concerto la cui capienza massima è di 50 persone è necessaria la prenotazione a eventi@comune.vercelli.it Sarà comunque possibile presentarsi anche la sera stessa ma non è garantito il posto.

Sabato 8 agosto alle 21.30 in piazza Cavour la Jovaband sarà protagonista di un tributo a Lorenzo Cherubini, meglio noto come Jovanotti. Venerdì 14 agosto, sempre alle 21.30 e sempre in piazza Cavour Vanna Isaia in Music in Red con esibizione di balli latinoamericani e non solo da parte di Ar.Sa. Dance. Si chiude sabato 15, stessa ora e stesso luogo, con la Rock School di Bobby Trap che ripercorrerà la storia del rock’n’roll.

Non è tutto, perché dal 20 al 23 agosto Parco Kennedy ospiterà il Festival delle Birre Artigianali, già in programma ad aprile, ma poi rinviato per i noti fatti legati al Covid-19. Saranno presenti tre birrifici vercellesi (BSA di Vercelli, Abbà di Livorno Ferraris e Vallecellio) e altri sette dal Piemonte.

Un’occasione per rilanciare la produzione artigianale del territorio, come ha sottolineato Giovanni Ruggiero di Sapori del Mondo. L’inaugurazione del Festival avverrà giovedì 20 alle 18; gli orari nei giorni seguenti saranno dalle 12 alle 23. Oltre alle birre saranno presenti banchi di street food. Ingresso libero.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

  1. Questa che sarebbe, anzi è, una bellissima notizia poteva esser data meglio. Non capisco perchè i 3 consiglieri si presentino: la prima (da sx) totalmente imbavagliata, il secondo col fazzoletto calato sotto il mento e il terzo del tutto privo (sembrerebbe). I casi sono 2. O l’assessore Evangelisti si vergognava un po’ (e sarei d’accordo) per il “tributo” a Cherubini (manco fosse John Lennon o un musicista del ‘700 e non un estimatore del Gruppo Bilderberg e collaterali) .. oppure la signora non era informata sulle ultime imprevedibili esternazioni del capo del governo, che pare trasformarsi, almeno per un giorno, in un negazionista-complottista: Comunque, la prossima volta per la par conditio, invertano l’ordine del mascheramento !!!
    https://it.sputniknews.com/italia/202008059381533-conte-no-a-nuovi-lockdown-ritorno-alla-normalita-vicino/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here