La scuola “D’Adda” di Varallo Sesia premiata alla quarta edizione del Progetto “PretenDiamo Legalità 2020/21” della Polizia di Stato

C’è anche una scuola della provincia di Vercelli, tra le nove premiate alla quarta edizione del Progetto “PretenDiamo Legalità 2020/21”, una iniziativa promossa dalla Polizia di Stato, che ha coinvolto ben 71 questure dislocate sull’intero territorio nazionale. Per quanto riguarda la nostra provincia, sono state quattro le scuole che hanno aderito al progetto, tre istituti comprensivi di Vercelli e l’Istituto Statale Superiore “D’Adda” di Varallo Sesia – Sezione Tecnico Economica – che si è aggiudicato il premio per la categoria Arti Grafiche con la realizzazione di una “Graphic Novel” avente come tema una storia intitolata “Il commissario Mascherpa: indagini a Torino”.

La premiazione, tenutasi ieri giovedì 3 giugno, si è tenuta in videoconferenza con la partecipazione del noto presentatore Flavio Insinna, che ha spiegato le motivazioni relative al riconoscimento conferito all’istituto valse siano.”Un racconto per immagini, che si fa notare per la professionalità nella realizzazione che emerge subito, dalla copertina. Il lavoro del concorso, mette in luce una dedizione particolare per tutti gli aspetti necessari a rendere una storia illustrata un bellissimo fumetto: la forma, la sceneggiatura, il sogetto, tutti elementi che poi, miscelati tra loro, ci restituiscono un prodotto di altissima qualità”.
Grande soddisfazione per il Questore di Vercelli Maurizio Di Domenico, che ha consegnato di persona ai ragazzi, la targa di riconoscimento e il tablet in premio. “Un ringraziamento ed un apprezzamento alla bravura degli studenti nel valorizzare tutti gli elementi dell’azione investigativa quali le fasi di accertamento, le intercettazioni telefoniche, nonché la conclusione della storia con l’eliminazione del boss e la citazione, posta al termine del racconto, della frase di Giovanni Falcone “La mafia non è affatto invincibile, è un fatto umano, e come tutti i fatti umani ha avuto un inizio ed avrà anche una fine”.
La premiazione dei giovani studenti della nostra provincia, dimostra il riuscito processo di coinvolgimento delle future generazioni nell’adesione ai principi di legalità e giustizia che, da sempre, la Polizia di Stato pone al centro della propria mission istituzionale.

 

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

  1. Il compito era difficile: debellare la Mafia! .. forse quando saranno grandi ci riusciranno loro, i ragazzi?!! .. grande impegno, ottimo risultato grafico e un lungo lavoro di preparazione .. sarà servito a raggiungere lo scopo dell’iniziativa ? .. alla fine, per tutti, il lungo video video e le foto sintetizzano nella memoria le persone fisiche dei poliziotti, i personaggi che interpretano, nell’immaginario e nella realtà, il corpo della Polizia.
    Il D’Adda per assonanza mi spinge a proporre l’inizio del caso ..
    https://www.youtube.com/watch?v=EpxgB_35Llw

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here