Hockey pista serie A1: una bella Engas Vercelli non supera la corazzata Trissino

Partita splendida e ricca di emozioni, quella andata in scena sabato sera al PalaPregnolato fra Engase Trissino; la formazione veneta si è presentata a Vercelli con i galloni di dominatrice indiscussa del campionato e, anche sulla pista del rione Isola, ha confermato tutto il proprio incredibile potenziale ma che è stata costretta ad uno sforzo immane per aver ragione dei nerogialloverdi, rimasti pienamente in partita dal primo all’ultimo secondo di gioco nonostante l’impossibilità ad utilizzare Ojeda a causa di un infortunio occorso in settimana. Due grandi squadre, che hanno dato vita ad un match altamente spettacolare, giocato a ritmi pazzeschi, ad un livello tecnico e (soprattutto) agonistico elevatissimi, in cui la forza di Trissino è stata probabilmente la capacità di riuscire a segnare nei momenti “giusti” della partita, mentre dalla sua l’Engas ha avuto il grande merito di non scomporsi nelle situazioni di doppio svantaggio e di rimanere in partita sino all’ultimo, anche se non è bastato ad evitare il dodicesimo successo in altrettanti incontri, della capolista.

Sin dal fischio d’inizio, le due squadre lasciano intendere che, nel corso dei 50 minuti di gioco, ci sarà tutt’altro che da annoiarsi: la prima occasione è per gli ospiti, con una fiondata di Cocco che Verona rintuzza con attenzione, e nell’azione successiva Brusa imbecca Moyano, bravo a freddare il portiere Veneto Zampoli con una imprendibile conclusione nell’angolo lontano. Sono passati 56 secondi e l’Engas è già in vantaggio, ma gli ospiti prendono in mano il gioco, esercitando un predominio territoriale che i vercellesi spezzano con veloci e pericolosissime ripartenze. Verona blocca a più riprese i tentativi vicentini, ma non può nulla al 7’35” quando Cocco è bravo a infilarlo in diagonale. Piano piano la partita si incattivisce, ed i più nervosi sembrano essere proprio gli ospiti, che rischiano grosso qualche minuto più tardi, con Joao Pedro che rifila una brutta gomitata al volto di Moyano e viene sanzionato con il cartellino blu: i due non se le mandano a dire e danno vita ad una discussione che durerà per buona parte della partita, mentre Tataranni non riesce a trasformare il tiro diretto a favore, cosa che invece riesce quattro minuti più tardi a Cocco. Una volta raggiunto il vantaggio Trissino schiaccia il piede sull’acceleratore e si porta sul 3-1 al 18’ grazie ad una insistita azione personale di Malagoli, favorita anche da un rimpallo fortunoso. Sembra che la partita stia per mettersi in discesa per gli uomini guidati da mister Bertolucci, che però sottovalutano la capacità di reazione dei nero gialloverdi che, prima del riposo, piazzano l’uno due che riapre la partita: protagonista è l’intramontabile Capitan Tataranni, che prima trasforma un rigore concesso per un “sandwich” in area ai danni di Mattugini e poi finalizza un contropiede avviato da Moyano con un gran diagonale da posizione difficile.

Nella seconda frazione di gioco, Cocco e compagni alzano decisamente il ritmo, desiderosi di non rischiare oltre misura, contro un Vercelli che ribatte colpo su colpo; Zampoli e soprattutto Verona, sono costretti agli straordinari, per arginare gli attacchi forsennato delle due squadre. La pressione sempre più insistente permette ai vicentini di guadagnarsi due tiri diretti che Verona neutralizza da campione. Nella seconda occasione però, Grissino ha dalla sua anche la superiorità numerica (cartellino blu a Moyano molto, molto esagerato n.d.a.) che viene sfruttata da Malagoli, bravo a battere Verona da pochi passi. Continua intanto il nervosismo, questa volta tra le due panchine, con un vivace scambio di opinioni fra Tataranni e Bertolucci mentre in campo Trissino allunga sul 5-3 con un tocco da due passi di Ipinazar, lesto a correggere in rete una respinta del portiere vercellese. Ancora una volta sotto di due reti, l’Engas non si perde d’animo e riapre i giochi grazie ad una grande intuizione di Brusa che, dalla propria area di rigore, pesca con un lunghissimo lancio Tataranni che di prima intenzione fulmina Zampoli per il 4-5. Tutto si complica nuovamente un minuto più tardi, quando Bars Català supera per la sesta volta Verona, con un astuto e anche un po’ fortunoso tocco da pochi passi. Questa volta sembra che la capolista sia in fase di risoluzione della “pratica Vercelli” ma a cinque minuti dalla sirena una fucilata dalla lunga distanza di Brusa, rimette ancora una volta tutto in discussione; a tre minuti dal termine arriva l’occasione per impattare, ma Moyano non riesce a capitalizzare un tiro diretto a favore. Punset gioca il tutto per tutto e toglie dai pali Verona per far posto ad un giocatore di movimento in più ma, dopo un paio di conclusioni vercellesi respinte, arriva l’inevitabile 7-5 finale con Joao Pedro a spazzare la propria area con un rilancio lunghissimo che, lemme lemme, termina la propria corsa nella porta vuota.

Qui di seguito, il tabellino della partita

ENGAS VERCELLI​​     5

GSH TRISSINO​​        7

ENGAS VERCELLI: Verona, Sisti, Moyano, Mattugini, Tataranni, Brusa, Ojeda, Zucchetti, Maniero, Pasciullo. All. Punset

GSH TRISSINO: Zampoli, Faccin, Malagoli, Cocco, Joao Pedro, Bars Català, Gavioli, Garcia Solar, Ipinazar, Zen. All. A. Bertolucci

ARBITRI: Brambilla di Agrate Brianza e Moretti di Sarzana

MARCATORI: 0’56” Moyano (EV), 7’35” e 14’18” Cocco (T), 18’17” e 36’50” Malagoli (T), 20’11” rigore, 24’31” e 40’27” Tataranni (EV), 38’11” Ipinazar (T), 41‘29” Bars Català (T), 44’57” Brusa (EV), 49’27” Joao Pedro (T)

CARTELLINI BLU: Zucchetti, Moyano, Verona (EV), Joao Pedro (T) 2’

ALTRI RISULTATI: Telea Medical SandrigoBidielle Correggio 5-4, Edilfox GrossetoAmatoriWasken Lodi 2-5, Teamservicecar MonzaGalileo Follonica 3-4, Tierre Chimica MontebelloGdsImpianti Forte Marmi 0-0, Why Sport ValdagnoGamma Innovation Sarzana 5-2, Hp MateraUbroker Bassano 6-7

CLASSIFICA: Gsh Trissino* punti 36, Galileo Follonica* 30, Ubroker Bassano* 26, GDS Impianti Forte dei Marmi 25, Amatori Wasken Lodi* 22, Engas Vercelli 21, Edilfox Grosseto e Gamma Innovation Sarzana 19, Why Sport  Valdagno e Tierre Chimica Montebello 16, TeamservicecarMonza e Telea Medical Sandrigo 11, Bidielle Correggio 7, Hp Matera 0. N.B. * = una partita in meno

PROSSIMO TURNO: (sabato 29 ore 20.45) GDS Impianti Forte MarmiTelea Medical Sandrigo, Teamservicecar MonzaHp Matera; (domenica 30 ore 18) Ubroker BassanoEdilfox Grosseto; (mercoledì 2 febbraio ore 18) Gsh TrissinoTierre Chimica Montebello, (ore 20.45) BidielleCorreggioWhy Sport Valdagno, Galileo FollonicaGamma Innovation Sarzana, Amatori WaskenLodiEngas Vercelli

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here