Il “Diario di bordo” del dottor Macciò sarà presentato mercoledì 15 al “Leone”

Mercoledì 15 luglio, alle 18, presso il Cortile di Casa Alciati, sede del Museo Leone di Vercelli, sarà presentato il volume “Diario di Bordo Anno del coronavirus”, opera nata dal diario scritto dal dott. Sergio Macciò, Dirigente medico della Divisione di Cardiologia dell’Ospedale S. Andrea di Vercelli, durante la crisi del COVID da lui vissuta in prima persona sin dal suo inizio.

Il diario, nato come una riflessione intima sulla propria pagina Facebook, è divenuto con i giorni uno strumento di comunicazione, un “ponte” tra ospedale e comunità. “Il Diarioricorda Macciòè nato il 23 febbraio. Da poco in Italia si era capito che non si sarebbe trattato di un’influenza. Il mondo si fermava. Quella sera scrissi sul mio profilo Facebook un post che si intitolava Dottore, non capisco, devo avere paura?”.

Attorno al diario, da quel momento, si è creata una piccola comunità, ribattezzata la “Compagnia del Diario” che ha discusso, condiviso informazioni e si è confrontata sulla crisi COVID in tutti i suoi aspetti. Il diario ha raccontato il lockdown, le ansie e le speranze attraverso testimonianze preziose. La comunità è così cresciuta arrivando a contare centinaia di persone, lettori ma anche scrittori, perché nel tempo ogni pagina è stata commentata, discussa, arricchita di pensieri, opinioni, domande.

Oggi il diario, che ha visto affiancarsi pagine tecniche come quelle dedicate alle mascherine e alle terapie e pagine emozionali, diventa un libro “fisico”, di carta, il cui intero ricavato della vendita sarà destinato al progetto di UPO Alumni (l’associazione che riunisce gli ex studenti dell’Università del Piemonte Orientale) dal titolo “Il tuo sogno continua, che sostiene le studentesse e gli studenti di UPO che, a causa dell’emergenza COVID, hanno difficoltà a versare i contributi universitari.

Mercoledì 15, in occasione della presentazione di “Diario di Bordo – Anno del coronavirus”,l’autore Sergio Macciò dialogherà con il prof. Giorgio Belllomo, membro del direttivo di UPO Alumni di cui è socio fondatore, nonché past president della Scuola di Medicina UPO e già professore di Patologia presso le Università di Torino e del Piemonte Orientale.

Per l’occasione sarà possibile acquistare il volume direttamente in sede di presentazione. Il Diario di Bordo è comunque sempre acquistabile scrivendo a alumni@uniupo.it al prezzo minimo di 18 euro (spedizione inclusa).

L’ingresso alla presentazione è libero fino ad esaurimento posti, che nel rispetto delle normative sanitarie vigenti è limitato a 50.

Per maggiori informazioni sul progetto “Il tuo sogno continua” consultare il sito www.upoalumni.uniupo.it

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here