Vaccini agli over 80 in Piemonte al via dal 21 febbraio

La campagna vaccinale per gli over 80, in Piemonte, partirà il 21 febbraio. La data è stata fissata oggi durante l’incontro cui hanno preso parte il governatore Alberto Cirio e l’assessore alla Sanità Luigi Icardi, insieme ai commissari dell’Unità di crisi Vincenzo Coccolo, Emilpaolo Manno e Antonio Rinaudo.
Si tratta di 360mila i cittadini piemontesi interessati, ossia quelli con più di 80 anni coinvolti in questa seconda fase della vaccinazione che si svolgerà nei distretti sanitari delle Asl e non negli ospedali.
Saranno utilizzate tutte le forniture Pfizer e Moderna avanzate dalla Fase 1, quella che ha interessato gli operatori sanitari, e si potrà fare riferimento ai medici di famiglia che contatteranno coloro che verranno vaccinati.

Già questa mattina Cirio aveva assicurato che il Piemonte avrebbe concluso la prima fase “entro la fine di febbraio”, naturalmente “se non ci saranno altri cambiamenti da Roma e Bruxelles” ha detto riferendosi ai recenti tagli nell’approvvigionamento delle fiale da parte delle principali aziende farmaceutiche. “Per i vaccini Pfizer – ha proseguito Cirio – abbiamo rimodulato il piano sulla base delle nuove consegne e abbiamo ricevuto le prime 4.800 dosi di Moderna, vaccino su cui c’è stato un taglio del 20 per cento”.

Intanto, con le 9.494 somministrazioni di oggi, il Piemonte ha raggiunto le 201.510 dosi inoculate (delle quali 63.858 rappresentano già il richiamo). In attesa delle nuove forniture in arrivo, è stato utilizzato il 97,9% delle 205.780 dosi finora disponibili.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

  1. Giusto incominciare con gli over 80, per la implicita fragilità e l’alta “aspettativa di morte”. Cosi’ si limitano al massimo i possibili danni, pur con una probabile leggera impennata dei decessi per cause pregresse.

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here