Rubano piastrelle da cascina, denunciati

Armati di trapani a percussione, stavano staccando le antiche piastrelle in cotto che ornavano il pavimento di una cascina a Costanzana. I carabinieri della stazione di Ronsecco hanno arrestato tre persone, due uomini e una donna, per tentato furto in una cascina.
Nel corso di un servizio di prevenzione dei reati predatori, nel pomeriggio di giovedì 24 ottobre, una pattuglia dei carabinieri della stazione di Ronsecco, in transito nelle aree rurali del Comune di Costanzana, si è accorta della presenza di un furgone nei pressi di una cascina abbandonata. Incuriositi, i carabinieri hanno deciso di procedere a un’ispezione, constatando che al piano superiore si sentivano dei rumori di materiale edile che veniva spostato e delle voci di persone che stavano lavorando.

Raggiunto il secondo piano attraverso una scala di fortuna, i carabinieri hanno scoperto due uomini e una donna, intenti a staccare le piastrelle del pavimento in cotto antico utilizzando dei trapani a percussione per agevolarsi il lavoro di smuratura. L’opera andava verosimilmente avanti da ore poiché i tre avevano già staccato diverse centinaia di piastrelle che avevano accatastato in cortile in attesa di caricarle sul furgone. I tre, domiciliari a TrIno rimanevano sorpresi della presenza dei carabinieri e non riuscivano a giustificare la loro presenza nella cascina. Nemmeno il proprietario della cascina, rintracciato dai carabinieri, ha detto di conoscere i tre che quindi sono stati denunciati per il tentato furto di materiale che sicuramente sarebbe stato venduto altrove.

Il valore delle piastrelle, infatti, ammonta sicuramente a diverse migliaia di euro, trattandosi di ceramica antica di pregio.
I tre sono stati arrestati e il pubblico ministero di turno, ha disposto per i tre gli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida, celebrata venerdì mattina. L’arresto è stato convalidato e il processo fissato per il mese di dicembre. Nei confronti dei tre malfattori, nel frattempo verrà richiesto un foglio di via obbligatorio per evitare che ritornino in futuro per commettere altri delitti.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

  1. Ho approfondito in altri siti .. e (non sorprende) nessuno dice di più. Qualcuno di meno: varianti! Evidentemente non si può (deve) sapere granché di questi (3) individui. Nessuna foto, generalità etc.. neppure le iniziali (avevano regolari documenti?) .. si sa solamente che erano domiciliati a Trino. Si, ma .. parlano il dialetto trinese? in caso contrario, se fossi di quelle parti, mi arrabbierei ! si sa che sono 3, due uomini e di conseguenza, è matematico, una donna … forse non ce lo dicono perché sennò diventiamo razzisti? e fascisti. Non sia mai!? Allora va bene! Tutti invece sappiamo chi siano i (presunti) omicidi di Luca Sacchi … foto, biografie .. e uno di loro forse non è neppure colpevole mentre quei tre (2 uomini e una donna, non dimentichiamolo) quasi di sicuro saranno condannati (come minimo a .. una ramanzina) … loro “lavoravano” tutti, di comune accordo e pare, tecnicamente, piuttosto bene … foglio di via! … verso .. le cascine della .. Lomellina? .. state all’erta!
    Pero, via .. almeno i nomi diteceli! .. quando Jonny Dorelli esclamava: I ricchi e poveri ! (boato in sala) .. tutti capivamo .. mica diceva: cantano ora (in falsetto e mascherati) due uomini e due donne!! arrangiatevi!

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here