Rigori fatali per la Pro Vercelli, eliminata in Coppa Italia dall’AlbinoLeffe

Foto Renato Greppi

Questa volta i calci di rigore non portano bene alla Pro Vercelli che, diversamente da quel che era accaduto nel primo turno contro il Lecco, viene eliminata dall’AlbinoLeffe dopo che i tempi regolamentari si erano chiusi 2-2. Decisivi gli errori di Iezzi e di Silenzi.

Molti i rimpianti per gli uomini di Scienza che hanno creato le occasioni più pericolose del match, ma questa sera si sono trovati di fronte un autentico muro, il portiere Rossi che ha salvato il risultato in almeno cinque occasioni. Bianchi due volte in vantaggio con Bunino, che ha anche sbagliato il calcio di rigore che avrebbe potuto chiudere la gara, e con Della Morte, ma i lombardi non hanno mai mollato la presa, trovando il pareggio con Poletti e con un’invenzione di Piccoli.

Pro in campo col 3-5-2, ma, come annunciato alla vigilia, Scienza opera un ampio turnover: Tintori fra i pali; Auriletto, Cristini e Carosso in difesa; Clemente, Rizzo, Vitale, Erradi e Crialese a Centrocampo; Della Morte e Bunino in avanti. Modulo speculare per l’AlbinoLeffe di Marcolini con Galeandro e Cori coppia d’attacco. C’è anche l’ex Genevier.

Padroni di casa aggressivi fin dalle prime battute, tanto che al 10′ confezionano il vantaggio con Bunino bene imbeccato da Rizzo. La punta potrebbe ripetersi qualche minuto dopo, ma si divora la palla del 2-0. Al 23′ ci prova Vitale dalla lunga distanza, blocca il portiere.

Al 36′ beffa per la Pro. L’AlbinoLeffe pareggia con Poletti: angolo, testa di un difensore ad allontanare, la palla arriva a Poletti che da fuori sorprende Tintori. Al 39′ invenzione di Della Morte, ma Rossi va a togliere le ragnatele dal sette e si rifugia in angolo.

Al 42′ è calcio di rigore per la Pro Vercelli. Bunino entra di prepotenza in area superando Riva che lo atterra. L’arbitro indica il dischetto, si incarica lo stesso Bunino che però si fa parare il tiro da Rossi. Allo scadere occasione per Auriletto, ma si va a riposo sul risultato di 1-1.

Al 48′ Pro nuovamente in vantaggio: galoppata di Erradi che dalla sua area arriva fino alla trequarti, passaggio per Clemente che crossa al centro dove Della Morte prende il tempo al diretto marcatore e insacca. Al 61′ il nuovo entrato Piccoli si inventa un tiro al volo che finisce sotto l’incrocio, è il pareggio ospite.

Al 71′ doppio cambio per la Pro: fuori Erradi e Bunino, dentro Sangiorgi e Silenzi. Al 76′ Petrungaro va vicino al 3-2, bianchi un po’ sulle gambe. Al 78′ spunto di Zoma, Ravasio si fa anticipare altrimenti sarebbero stati guai per la Pro. All’82’ tocca ad Awua, gli lascia spazio Rizzo.

All’84’ Silenzi solo davanti a Rossi che non si lascia ingannare, sul secondo tentativo di Della Morte il portiere si supera e devia in corner. Un minuto dopo sempre Rossi dice di no a Clemente. L’arbitro concede cinque minuti di recupero, ma non succede nulla. Si va ai supplementari.

Al 93′ spunto di Zoma che poi frana addosso a Tintori. Scienza si gioca la carta Iezzi, esce Vitale. Le squadre iniziano a essere stanche e si affidano agli spunti dei singoli. Al 101′ Piccoli sfiora la doppietta, ma per fortuna della Pro il suo tocco lambisce il palo. Risponde la Pro con Awua che non inquadra lo specchio. Così come Silenzi alla fine del primo tempo supplementare. Si passa al secondo.

Al 107′ bolide di Carosso, ma questa sera Rossi è insuperabile. Al 112′ cross di Rolando per la testa di Silenzi che alza sulla traversa. Cinque minuti più tardi Rossi para su Rolando: il numero uno dell’AlbinoLeffe è in stato di grazia. Niente da fare, come contro il Lecco al primo turno anche in questo caso il passaggio si deciderà ai rigori.

Dagli undici metri sono fatali gli errori di Iezzi (alto) e di Silenzi (traversa). Il cammino della Pro Vercelli in Coppa Italia si ferma, agli ottavi ci va l’AlbinoLeffe che affronterà il Trento. Prossimo impegno per i bianchi domenica in campionato ad Alessandria contro la Juventus U23.

m.m.

Tabellino

Pro Vercelli (3-5-2): Tintori; Auriletto, Cristini, Carosso; Clemente (dal 93′ Bruzzaniti), Rizzo (dall’82’ Awua), Vitale (dal 95′ Iezzi), Erradi (dal 71′ Sangiorgi), Crialese; Della Morte (dal 93′ Rolando), Bunino (dal 71′ Silenzi). A disposizione: Rendic, Masi, Emmanuello, Comi, Macchioni, Secondo. Allenatore: Scienza.

Albinoleffe (3-5-2): Rossi; Miculi, Marchetti, Riva; Petrungaro, Doumbia (dal 59′ Piccoli), Genevier, Poletti (dal 72′ Nichetti), Michelotti (dal 72′ Ntube); Galeandro (dal 46′ Ravasio), Cori (dal 69′ Zoma). A disposizione: Pagano, Facchetti, Borghini, Tomaselli, Gusu, Giorgione, Gelli. Allenatore: Marcolini.

Arbitro: Zucchetti di Foligno; assistenti Bianchini di Perugia e D’Angelo di Perugia; quarto uomo Angelucci di Foligno.

Gol: 10′ Bunino (PV), 43′ Poletti (A), 48′ Della Morte (P), 61′ Piccoli (A).

Sequenza rigori: Bruzzaniti (gol), Genevier (gol), Iezzi (fuori), Piccoli (gol), Sangiorgi (gol), Nichetti (gol), Silenzi (traversa), Riva (gol).

Ammoniti: Riva (A), Auriletto (PV), Della Morte (PV).

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here