Punti neri e brufoli, perché schiacciarli non è la soluzione giusta

Quella di schiacciare brufoli e punti neri è un’abitudine che in molti hanno, ma in realtà non si tratta del modo più giusto per liberarsi di queste imperfezioni della pelle. A dirlo sono i dermatologi stessi, che scoraggiano una pratica che potrebbe avere conseguenze negative sul proprio corpo.

 

Brufoli e punti neri, le cause

Cos’è però che provoca la formazione dei brufoli?

I follicoli piliferi presenti sull’epidermide contengono delle ghiandole dette sebacee, che secernono appunto il sebo, una sostanza oleosa che ha la funzione di lubrificare capelli e peli. Quando però questi ultimi muoiono, oppure quando l’attività ormonale dell’organismo impone una maggior produzione di sebo, può succedere che i pori della pelle rimangano ostruiti e che questa sostanza resti intrappolata nella pelle, causando la formazione dei foruncoli e delle altre impurità.

Proprio per via della più intensa attività ormonale che il corpo sperimenta durante l’adolescenza, questo procedimento accade più di frequente in quel periodo della vita; questo però non vuol dire che gli adulti siano esenti da punti neri e brufoli, che spesso fanno la loro comparsa nelle aree della pelle più grasse come il naso, la fronte e il mento.

 

Come prevenire la comparsa delle impurità

I punti neri, proprio come i brufoli sono delle piccole impurità che è possibile eliminare seguendo alcuni accorgimenti. Meglio evitare di schiacciarli dunque, dato che spesso l’unico risultato che si ottiene è quello di far diffondere l’infezione peggiorando l’acne. Questo argomento si può approfondire su alcune pagine specializzate nel trattamento e la prevenzione dei punti neri, sapere come rimuoverli correttamente è essenziale per evitare la comparsa di cicatrici o macchie permanenti sul viso.

Ovviamente, la prima cosa da fare è cercare di prevenirne la comparsa: in questo senso è bene cominciare già partendo da una dieta equilibrata, visto che ciò che si mangia è di certo un fattore nella formazione di brufoli e punti neri, ma altrettanto importante è anche l’igiene quotidiana della pelle, da farsi con detergenti a base di prodotti naturali non irritanti.

 

Non schiacciarli: le alternative da provare

Assodato quindi che schiacciare brufoli e punti neri non è la migliore idea che si possa avere, come si fa a liberarsene?

Come già accennato, la pulizia del viso è fondamentale: bisogna far sì che si aprano i pori, utilizzando quindi i vapori di un pentolino d’acqua bollente o magari uscendo da una doccia calda, per poi passare sulla pelle un detergente delicato, uno scrub o, ancora meglio, una maschera. La cosa migliore è sempre puntare su prodotti il più possibile naturali, come le maschere all’argilla o al carbone vegetale che hanno davvero un ottimo effetto sulla pelle.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

  1. Nivea, crema Nivea è quella che la mamma mi metteva quando ci trovavamo al mare. Poi ce n’era un’altra, della quale non ricordo il nome. Gli anni passano e non tutti gli spot restano. Posso darvi 3 consigli:
    1) dopo il trattamento con Nivea (ricordate: Nivea), evitate assolutamente di coprire la parte curata ma, al contrario, lasciate che la pelle respiri liberamente, insomma NON applicate le dannose e antiestetiche mascherine di carta,
    2) se invece credete di doverlo fare, tanto vale che non mettiate la crema e fatevi una passeggiata, in sicurezza
    3) evitate assolutamente prodotti di altre marche, ecco i “risultati”.. https://www.youtube.com/watch?v=nFS7Xq5rm4E

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here