Primo paziente covid trattato con le monoclonali in Piemonte, ad Alessandria. Paziente dimesso in 24 ore

Oggi è stato effettuato il primo trattamento di un paziente affetto da covid con gli anticorpi monoclonali in Piemonte. Lo ha annunciato la Regione, specificando che la terapia è stata applicata all’Azienda Ospedaliera “SS Antonio e Biagio e C. Arrigo” di Alessandria, ed è stata effettuata la somministrazione ad un paziente che presentava le caratteristiche per il trattamento.

L’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Genesio Icardi, parlando della nuova cura, ha specificato “Insieme al protocollo delle cure domiciliari e ai vaccini, gli anticorpi monoclonali forniscono al Piemonte un’arma in più contro covid-19 nella fase precoce della malattia. È un’opportunità importante, perché consente di affrontare il virus in modo attivo, senza aspettare l’aggravarsi del quadro clinico del paziente. In questo caso, si tratta di una cura da praticare in ambulatorio specializzato o in ospedale, ma l’aspetto fondamentale rimane la corretta e tempestiva interazione tra il sistema di medicina territoriale e gli ospedali. Una strategia che in Piemonte sta producendo risultati molto incoraggianti”.

Il paziente dimesso in 24 ore

Il primario della struttura di Malattie Infettive dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria, Guido Chichino, riferisce che ieri sera, martedì 23 marzo, si è presentato al Dea un paziente con sintomatologia sospetta per Covid-19. Gli accertamenti eseguiti hanno confermato la diagnosi e stamane il paziente è stato arruolato per eseguire trattamento con anticorpi monoclonali (Bamlanivimab). Il trattamento è stato effettuato in seguito alla proposta della presa in carico da parte dei medici del Dea e la conferma dello specialista infettivologo. Il farmaco è stato autorizzato dall’Aifa. La somministrazione del farmaco è avvenuta senza problemi ed il paziente è stato dimesso oggi nel pomeriggio. Presso l’Azienda Ospedaliera di Alessandria è stato creato un registro per il monitoraggio sia clinico che scientifico-osservazionale di questi trattamenti.

 

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

3 Commenti

  1. Ritornando alla Pubblicità progresso (del Governo) .. fuori posto o apposto non importa … questo tentativo torinese, nostro e anche .. alessandrino (grigia città che ultimamente detestiamo in tanti) probabilmente è uno dei pochi davvero seri per risolvere un problema di salute (politica) .. ora io mi chiedo: è credibile che gli unici, i portentosi (i vaccini) che sono nella realtà dei fatti una minestrina appena un po’ pericolosa per i misteriosi contenuti (ma nemmeno tanto) e per qualche decesso, ma assolutamente inutile per quel che si vorrebbe fosse utile, non possa esser prodotto dalle multinazionali del farmaco come la Bic francese e faccia la figura di quella sudamericana? .. ci crediamo? .. madaiiiii!!!! .. ne servono solo una certa percentuale per far mutare il virus e creare caos ma non un caos .. omogeneo?? .. per andare avanti con le restrizioni .. si vuol dar la colpa alle multinazionali che non forniscono i flaconi? .. tanto loro hanno le spalle larghe e sono giganti senza nome (qualcuni riconoscerebbe il Ceo di Pfizer?) ..??
    ora Draghi fa il gran signore e attraverso la “marionetta” di buone Speranze impiegato alla Sanità introduce cure che fino a ieri si dicevano “inutili”, praticate poi .. anche a casa.. erano complottiste .. forse loro sanno che da qui a poco la WW3 spazzerà via l’instabile Biden, il NWO e il mondo cambierà in un altro modo? .. guerra civile Usa-2? .. Trump dietro l’angolo?
    https://www.youtube.com/watch?v=0IP8IMm2G1Q

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here