Nel recupero la Pro pareggia 2-2 a Pontedera e aggancia il Renate al terzo posto

Fonte FC Pro Vercelli 1892

La Pro Vercelli tiene viva la speranza del terzo posto grazie a Costantino e a Della Morte, partiti dalla panchina ma entrati in maniera perfetta nel match che i bianchi hanno pareggiato 2-2 a Pontedera nel recupero della trentaseiesima giornata.

Gara dai due volti: primo tempo soporifero senza neanche un tiro in porta, ripresa spumeggiante con un continuo batti e ribatti. Non a caso tutti e quattro i gol sono stati segnati nei secondi quarantacinque minuti.

Ora la Pro è terza a pari punti col Renate, mentre il Pontedera si è garantito l’accesso aritmetico ai playoff. Per vedere se i vercellesi salteranno il primo turno della seconda fase bisognerà dunque aspettare domenica con la squadra di Modesto impegnata a Carrara e il Renate in casa con la Lucchese. Ma se questi ultimi sono certi dei playout, la Carrarese al contrario non è ancora fuori dalle sabbie mobili.

Al “Mannucci” la Pro di Francesco Modesto si presenta con tante novità, a partire dal modulo, non il solito 3-4-3, ma un 3-4-1-2. Saro tra i pali; Hristov, Masi e Auriletto in difesa; Iezzi, Awua, Nielsen e Gatto a centrocampo; Emmanuello alle spalle delle due punte Rolando e Comi. Nel Pontedera Maraia si affida a Barba e a Milani in attacco.

Primi venti senza particolari emozioni con i toscani che dimostrano di volersi giocare la posta piena. Regna l’equilibrio, soprattutto a metà campo. Al 26′ il Pontedera reclama un rigore per fallo di Auriletto su Magrassi, ma per l’arbitro è l’attaccante ad avere spinto per primo.

Al 43′ la Pro arriva finalmente alla conclusione con Awua bene imbeccato da Rolando, ma Sarri si oppone. È di fatto l’occasione più nitida di un primo tempo dove hanno regnato confusione e incertezza.

In avvio di ripresa il Pontedera passa in vantaggio con Bardini che riprende una respinta di Saro su tiro di Semprini. Brutto errore di Masi che non si accorge dell’attaccante alle sue spalle. Modesto corre ai ripari: fuori Nielsen e Comi, dentro Zerbin e Costantino. Al 60′ la Pro pareggia proprio con Costantino che ribadisce in rete di testa su una corta respinta del portiere su altra incornata di Auriletto.

Al 63′ toscani nuovamente in vantaggio con Semprini che sugli sviluppi di un calcio di punizione si vede arrivare fortunosamente la palla e batte Saro. Il match si infiamma, Piana viene espulso per doppia ammonizione. Al 66′ esce Rolando ed entra Della Morte. Al 79′ miracolo di Sarri su Awua, ma nel frattempo l’arbitro aveva fischiato.

All’84 Romairone per Auriletto. Due minuti dopo la Pro pareggia con Della Morte, tiro deviato da Rocco. L’arbitro concede quattro minuti di recupero, ma non succede più nulla. Finisce 2-2. Prossimo impegno domenica 2 maggio ore 15 a Carrara, è l’ultima giornata della stagione regolare prima dei playoff.

Il top. Costantino. Entra al posto di Comi e si vede subito che ha voglia di spaccare il mondo. È lui a segnare il gol dell’uno a uno. Poi prende a sportellate tutti e incita i compagni a reagire. Grintoso e pragmatico. Bene anche Della Morte che tiene in gioco per il terzo posto la Pro.

Il flop. Non è stata una bella partita in generale, gambe e testa da fine campionato per tutti e ventidue in campo. Nella Pro molti giocatori hanno bisogno di rifiatare e si è visto. A nostro avviso particolarmente grave l’errore di Masi sul gol dell’1-0. Il centrale è parso poi piuttosto spaesato.

Massimiliano Muraro

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

5 Commenti

  1. La speranza è l’ultima a morire.. un avversario in meno ai play-off e una pausa leggermente più lunga sarebbero buoni per recuperare energie e concentrazione. Domenica la Carrarese non può permettersi di perdere ma per nostra fortuna anche la Lucchese, infatti per “mantenere accesa la fiammella” (hanno battuto il Lecco … loro) deve battere il Renate e sperare che la Giana e la Pro Sesto non vincano .. fra l’altro la Pro Sesto gioca col Livorno, la cenerentola del campionato, al quale sono stati restituiti 3 degli 8 punti di penalizzazione e, pur già con un piede e mezza caviglia in D, ha quindi “solo” 2 punti in meno della Lucchese.
    https://www.tuttomercatoweb.com/serie-c/livorno-per-i-playout-non-basta-battere-la-pro-sesto-occhio-a-pistoiese-e-lucchese-1526730

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here