Una mamma a Olmo: “Grazie dal profondo del cuore per la Stanza degli Abbracci”

Per alcuni le “Stanze degli abbracci” sono “una boutade”, per altri sono “fuori luogo”, ma per qualcuno possono anche essere un meraviglioso regalo di Natale.

Ad esempio per una mamma, che saputo della donazione fatta oggi da Carlo Olmo all’Oncologia Pediatrica del “Regina Margherita” di Torino (donazione accolta con entusiasmo da tutti, primaria Franca Fagioli in testa), ha scritto al Lupo Bianco queste bellissime parole:

”Grazie per la donazione al reparto oncologico, la mia bambina è in cura al Regina Margherita. La prossima settimana ci sarà il ricovero per poter fare chemioterapia, quindi passeremo il Natale lì…La ringrazio dal profondo del cuore!!! Per noi genitori con bambini malati è una benedizione!”.

Commenta Olmo: “Non potevo ricevere, oggi, un messaggio più bello di questo”.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

  1. “Per alcuni le “Stanze degli abbracci” sono “una boutade”, per altri sono “fuori luogo”, ma per qualcuno possono anche essere un meraviglioso regalo di Natale”.
    E’ vero! .. e vale non solo per chi ne parla, o li porge, ma soprattutto per chi li riceve. I regali si fanno per chi li riceve! quando arrivavano i regali di Natale aprivamo il pacco e un sorriso si dipingeva sui nostri volti, oppure delusione .. e dopo aver preso possesso dell’oggetto, o mesi dopo, le nostre sensazioni cambiavano ancora. Qualcuno di quei regali ce li siamo poi tenuti vicino per tutta la vita!? Ci hanno confortato, oppure anche aiutato a crescere. Altri no.

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here