Le pagelle di Renate-Pro Vercelli: sugli scudi Masi e Belardinelli

Scienza le ha provate proprio tutte per vincerla, peccato davvero (foto Greppi)

Ecco le nostre pagelle dei bianchi mel match di ieri sera

TINTORI: Incomincia con un’uscita sconsiderata e viene graziato da Baldassin, al quale aveva spalancato la strada verso la porta, ma poi si riscatta con una super parata d’istinto su Morachioli. Sulla punizione di Galuppini (letteralmente inventata dall’arbitro) che ci costa il pari, lo tradisce la barriera, che fa sì il coccodrillo, per poi spalancarsi come una fisarmonica: 5,5;

CRISTINI: Solita prestazione iappuntabile; chiude bene ogni varco e si propone in attacco: 6,5

MASI: Riscatta con una prova maiuscola la disastrosa prestazione anti-Feralpisalò. Non sbaglia praticamente nulla e l’arbitro non mostra incomprensibilmente il rosso a Chakir che rischia di fargli molto male con un entrata da killer. Neanche lì perde la calma. Forse una sola sbavatura quando non riesce a rimediare all’errore in uscita di Vitale che ci costa il gol dell’1 a 2: 8-

AUREILETTO: Ci mette cuore e determinazione e meriterebbe il gol per le sue ripetute sortite offensive. Invece si becca un immeritato rosso dall’ennesimo mediocre (per usare un eufemismo) arbitro con cui la Pro va in rotta di collisione: 6,5

DELLA MORTE: A sorpresa (ma con grave avvedutezza), Scienza lo fa partite da esterno destro e lui svolge con grande diligenza il comppito, non rinunciando però ad assecondare le punte, e scagliando da lontano qualche siluro: la sua specialità: 6,5

(Dall’85’ IEZZI: S.V.)

BELARDINELLI: Gioca con cuore e intelligenza, facendo da costante punto di riferimento tra il centrocampo e le punte. Sbaglia purtroppo un controllo vincente, a tu per tu con Drago, che ci avrebbe probabilmente  portati avanti di tre lunghezze. Ma quanta qualità, quanti spunti in velocità, dopo rincorse anche di 40-50 metri. Drago gli nega il gol su un sinistro bellissimo, e non siamo del tutto conviti che la palla insaccata nel finale fosse irregolare: 7,5

EMMANUELLOProva solida e incoraggiante. Si cimenta con la specialità della casa, la lunga gittata, e non è fortunato; difende, costruisce, sembra rinato. Speriamo: 6,5

VITALE: Sembrava ispirato e convinto, ma quella leggerezza che consente a Galuppini di sfoderare il sinistro tonitruante che rimette in gioco il Renate è imperdonabile: 5,5

(Dall’85’ ERRADI: S.V.)

CRIALESE: Sulla fascia sinistra è un vero incubo per i padroni di casa. Corre, chiude, suggerisce e sfiora anche il gol con un sinistro forse casuale, e quasi letale: 6,5

(Dall’85’ GATTO: S.V.)

BUNINO: Segna un gol sprepisoto freddando, praticamente da fermo, Drago. Per un’ora si batte, costruisce, recupera; poi, fatalmente cala alla distanza, ma merita tutto il plauso possibile: 7

(dal 78’ SILENZI: Deve assolutamente essere più propositivo e battagliero, con il fisico che si ritrova: 5,5)

COMI: Un gigante. Segna, come quasi sempre, di testa e sfiora un altro gol nella ripresa, con un diagonale improvviso che scheggia il palo esterno alla sinistra di Drago. Si batte come gli riesce nelle giornate migliori. Forse andava sostituito un po’ prima, anche per il problema al polpaccio, ma giù il cappello: 7, 5

(Dal 93’ ROLANDO: S.V.)

SCIENZA: Rispetto al brutto match con il Feralpi, cambia moto e bene. La squadra avrebbe meritato il successo, peccato i due errori esiziali. Ottime le mosse di inserire subito Comi e Bunino e la sorpresa Della Morte. Forse Rolando doveva entrare un po’ prima al posto di Comi. Ma è davvero cercare il pelo nell’uovo: 7

ROSENCRANZT

 

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

  1. Quel che fa pensare è la “coincidenza” che i 2 migliori in campo (condivido) abbiano anche commesso i 2 errori che hanno fatto “girare” la partita.. pendere la bilancia verso l’altro piatto.

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here