Le Girandole di Crescentino donate alla Croce Rossa Italiana

Lifredi e Venaruzzo con al centro Vittorio Pasteris presidente Cri

Girandolando è stata la rassegna estiva che il Comune di Crescentino ha pensato per i suoi cittadini. Ora l’Amministrazione ha deciso di proseguirla con l’iniziativa Porta a casa una girandola. In tal modo sarà possibile aiutare il Comitato locale della Croce Rossa Italiana.

Durante l’estate la città è stata decorata da una moltitudine variopinta di girandole. L’idea della Giunta, già dall’avvio del progetto, è stata quella di donarne centocinquanta alla Croce Rossa affinché possano essere vendute a tutti coloro che lo desiderano.

Il prezzo simbolico di ognuna è 5 €. Per acquistare le girandole ci si potrà recare direttamente alla sede di Crescentino della Cri, in via Martiri delle Foibe 13, oppure le si può prenotare allo 0161.841122.

«Pensiamo sia la giusta conclusione di un’iniziativa che ha riscosso davvero tanto successo – hanno commentato il vice sindaco Luca Lifredi e il capogruppo di maggioranza Manuele Venaruzzo – un modo per fare contenti i bambini che fin da quando le hanno viste appese sui cieli di Crescentino hanno desiderato averne una nella propria stanza o giardino e, allo stesso modo, per fare beneficenza ad un sodalizio sempre presente in ogni situazione e che tanto fa per il bene di Crescentino e per la sua comunità».

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

  1. Sull’iniziativa nulla da ridire. Anzi! Al contrario. La girandola, poi, e’ un bel dono. Rende “miracolosamente” visibile, in qualche modo, cio’ che per propria natura non lo e’: l’aria. Tuttavia, mi chiedo se per sede di un ente ultra meritorio, ma che evoca disgrazie, malattie, si doveva scegliere piazza dell foibe. O meglio, non si poteva pensare ad un luogo diverso per commemorare quei peraltro troppo a lungo dimenticati martiri? Magari dedicando un luogo nei pressi del cimitero. Comunque la Cri ci ha messo ancora del suo col n. 13 che, per noi cattolici, evoca il tradimento (presunto) di Giuda.

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here