La statua alla mondina di Vercelli “rivestita” da ignoti con un “abito di carta”: vandalismo o provocazione artistica?

Che si tratti di un atto di vandalismo, di una sorta di provocazione artistica, di una goliardata o, semplicemente, di uno scherzo,  per ora non è chiaro, fatto sta che la statua alla “Mondina” che si trova davanti alla stazione, opera del grande scultore Agenore Fabbri, è stata “rivestita” probabilmente nottetempo da uno o più sconosciuti con una sorta di abito fatto di giornali. In terra, nei pressi, si legge anche una scritta: “After Party 2020”. La scoperta è stata fatta oggi, ma la statua è così almeno da mercoledì scorso, da quanto ci ha segnalato un lettore che proprio quel giorno l’aveva già fotografata con l’”abito” di carta.

La statua, che da sempre ha diviso i vercellesi tra chi l’apprezza e chi invece la ritiene “bruttina”, era stata inaugurata nel 1984 dall’allora Presidente della Repubblica Sandro Pertini. La sua posizione davanti alla stazione sta a indicare da dove arrivano le mondine da fuori vercelli.

Del curioso atto è già stato informato il Comune che ha inviato sul posto una pattuglia di vigili urbani, per risistemare la statua e per provare a spiegare l’accaduto o a capire chi sia o chi siano i misteriosi autori del “vestito di carta” della Mondina vercellese.

Alcuni nostri lwettori ci hanno segnalato che la Mondina sarebbe stata “rivestita” in tal modo da chi, nel Giorno della Violenza contro le Donne, voleva appunto mandare un messaggio chiaro, rivestendo un simbolo delle donne con pagine di giornali che riguardano appunto questa causa. E può darsi che questa sia infine la spiegazione più reale.

 

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

4 Commenti

  1. Propendo per la provocazione e non vedo “vandalismo”, come invece conferma la busiarda. I vandali distruggevano o toglievano (saccheggiavano) questi invece aggiungono. Dato che, come si legge nell’articolo, qualcuno la considerava “bruttina” ¿s’e’ pensato di abbellirla, donandole un abito nuovo?… s’e’ trattato di omaggiare gli stilisti italiani, celebri nel mondo?… e dare ad essi uno spunto per le sfilate dell’era covid? La scritta, “After Party 2020”, fa proprio pensare ci si volesse riferire a chi ci sta conducendo alla rovina: il nostro Governo mondialista, composto di autentici Vandali.

  2. Tipico caso del “volersi male” di Vercelli: preoccupazione per un’orrendo manufatto,mentre il capolavoro della basilica di S. Andrea,come sempre,perde pezzi. Che tristezza.

Rispondi a Fabio Bosio Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here