La Pro Vercelli torna alla vittoria, battuta la Giana Erminio 2-1

Foto Renato Greppi

Torna alla vittoria la Pro Vercelli che al “Piola” ha avuto ragione 2-1 della Giana Erminio dopo una partita condotta in maniera diligente, se si eccettua l’errore difensivo che ha consentito ai lombardi di passare in vantaggio.

La reazione dei bianchi è stata immediata. Il pari è arrivato dopo soli quattro minuti con un’autorete di Magri, propiziata dal pressing di Comi. Ed è stato proprio l’attaccante a siglare il 2-1 dagli undici metri subito in apertura di secondo tempo. Un successo che fa tornare il sorriso alla truppa di Scienza, dopo la prova positiva di lunedì sera contro il Renate.

Tra squalificati e infortunati Beppe Scienza è costretto a fare di necessità virtù. Modulo 3-5-2 con Tintori in porta; Cristini, Carosso e Iezzi in difesa; Della Morte, Belardinelli, Emmanuello, Rizzo, Gatto a centrocampo; Bunino e Comi in attacco. Anche Brevi si affida al 3-5-2 con Tremolada e D’Ausilio terminali offensivi.

Il primo tiro in porta è della Pro al 3′ con il debole calcio di punizione di Della Morte. Al 18′ diagonale a mezz’aria di Emmanuello, Zanellati si rifugia in angolo. Sull’azione successiva la palla arriva sulla testa di Comi, sembra gol, ma un difensore salva quasi sulla linea. Al 28′ sempre Gatto dalla distanza e Zanellati ancora in corner. Sulla ripartenza Gatto ammonito per trattenuta.

Al 36′ alla prima vera sortita la Giana Erminio passa in vantaggio. Azione dalla destra, palla in mezzo e Ferrari anticipa tutti e mette in rete. Il tutto nasce da una leggerezza, l’ennesima, in disimpegno. Al 40′ la Pro pareggia grazie a un autogol di Magri nel tentativo di anticipare Comi. Al 44′ bella parata di Tintori su Vono. Dopo tre minuti di recupero si va riposo sul risultato di 1-1.

In avvio di ripresa calcio di rigore per la Pro dopo l’atterramento di Cazzola su Rizzo. Si incarica della battuta Comi: palla da una parte, portiere dall’altra e 2-1. Poco dopo frittata di Emanuello, per fortuna della Pro il tiro di Tremolada finisce alto. È una Pro ordinata e pimpante.

Al 61′ Scienza opera i primi due cambi: fuori Della Morte e Comi, dentro Clemente e Rolando. Al 64′ numero di Gatto che si libera con una magia del diretto marcatore e lascia partire un tiro a giro sul quale Zanellati si supera.

Al 72′ cross di Rolando, Belardinelli di testa fuori di nulla. Al 73′ escono Rizzo e Gatto ed entrano Vitale e Crialese. Il match si alza di agonismo verso il finale. L’arbitro concede quattro minuti di recupero, ma non succede nulla. Finisce 2-1. Prossimo impegno domenica 24 ottobre a Busto Arsizio contro la Pro Patria.

Massimiliano Muraro

Tabellino

Pro Vercelli (3-5-2): Tintori; Cristini, Carosso, Iezzi; Della Morte (dal 61′ Clemente), Belardinelli, Emmanuello, Rizzo (dal 73′ Vitale), Gatto (dal 73′ Crialese); Bunino, Comi (dal 61′ Rolando). A disposizione: Rendic, Vitale, Silenzi, Sangiorgi, Grechi, Grbic, Erradi. All. Scienza.

Giana Erminio (3-5-2): Zanellati; Pirola, Bonalumi, Magri (dal 74′ Colombini); Perico (dal 12′ Caferri), Acella, Ferrari, Cazzola, Vono (dal 74′ Messaggi); Tremolada (dal 74′ N. Corti), D’Ausilio (dal 66′ A. Corti). A disposizione: Avogadri, Casagrande, Carminati, Magli, Piazza, Gulinelli. All. Brevi.

Arbitro: Samuele Andreano di Prato; assistenti Marco Ceolin di Treviso e Mattia Regattieri di Finale Emilia; quarto uomo Pietro Campazzo di Genova.

Gol: 36′ Ferrari (GE), 40′ Magri autorete (PV), 47′ Comi (PV) su rigore.

Ammoniti: Gatto (PV), Bunino (PV), Cazzola (GE), Iezzi (PV), Rolando (PV), Messaggi (GE).

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

2 Commenti

  1. Abbiamo vinto! .. non stiamo a sottilizzare, ma .. .. “abbiamo” fatto 2 gol a una squadra che in 9 partite ne aveva prese 6 .. e Abbiamo vinto! .. solo fortuna?? ..
    CI MANCAVANO 6 ” titolari” … che i veri titolari (alcuni fra-) fossero le vere riserve?? .. solo fortuna?? ..
    (lo so .. non ci sono titolari .. giocano i più in forma .. ogni partita fa storia a se .. )

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here