Incendio, le ultime novità: probabile il rientro casa già in serata delle famiglie dei due condomini attigui

Si è da poco conclusa la riunione operativa al Centro anziani di via Sereno dove era state radunate in emergenza tutte le famiglie fatte sgomberare dalle loro abitazioni: le nove che abitano nella casa colpita dall’incendio, quella di via Failla 9, le 21 del numero civico 11 e anche quelle del civico 9.

Tutte queste famiglie erano state indirizzate verso il vicino Centri anziani di via Sereno affinché la Protezione civile comunale potesse rifocillarle ij attesa che venisse presa una decisione sulla loro collocazione. Con i responsabili dei Vigili del fuoco (che stanno tuttora lavorando sul tetto danneggiato dall’incendio) e della Protezione civile, c’erano il sindaco Andrea Corsaro, il segretario generale Fausto Pavia e la dirigente delle Politiche sociali Alessandra Pitaro.

Il Centro anziani di via Sereno che ha inizialmente ospitato le famiglie sgomberate

Prima della riunione erano già stati contattati gli hotel vercellesi per trovare una sistemazione per una o più notti, e tra i primi a rispondere mettendosi a disposizione c’era il Palace Hotel. Durante la riunione è emerso che, secondo i vigli del fuoco, le famiglie che abitano nei due stabili attigui a quello andato in fiamme potevano tornare nelle loro case, messe in sicurezza. Ed è quanto dovrebbe avvenire in questi momenti. Per quanto riguarda le nove famiglie del condominio al numero 11, sei avrebbero trovato una sistemazione presso parenti, mentre per tre ci sarà la disponibilità del Palace.

Intanto i vigili del fuoco hanno fatto e domani proseguiranno i rilievi per capire che cosa sia successo per scatenare l’inferno di fuoco che ha incenerito una grane mansarda e mandato un cenere il tetto in legno: tra le ipotesi, quella di un cortocircuito, ma, ripetiamo, per ora siamo a livello di mere ipotesi. L’unica notizia positiva di un pomeriggio terribile è che nessuna delle persone che si trovavano nell’edificio ha dovuto ricorrere alle cure dei medici.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

  1. Mi pare, da incompetente, che mandare in Hotel chi viveva in una casa colpita da un incendio sedato da VdF provenienti da 5 città non sia una decisione sorprendente o eccessiva e neppure meramente prudenziale o di facciata. Sul problema dell’edificio confinante del quel s’è detto subito e anche sull’altro evidentemente si sarà espresso un ingegnere statico oppure, in mancanza, un ingegnere “pratico” (molto competente).

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here