Finale del Viotti verso il sold out: pochissimi i posti ancora disponibili

I tre finalisti: da sinistra il cinese Ziyu Liu, la cinese Ylan Zhao e il sud coreano Hans Suh.

 

Vercelli – E’ davvero enorme l’attesa per la finalissima di pianoforte del 70° Concorso Viotti in programma sabato (attenzione: inizio alle 20,30) al teatro Civico. La Società del Quartetto che sono ancora disponibili pochissimi posti, sia in platea, sia in galleria e invita tutti ad affrettarsi o a telefonare allo 0161.255575 oppure a recarsi di persona venerdì mattina negli uffici di via Monte di Pietà, attigui al giro dei palchi.

Sarà la prima finale tutta asiatica nella storia del Concorso inventato dal professor Robbone: in lizza due pianisti cinesi (un uomo e una donna) e un pianista sud coreano. Suoneranno con l’Orchestra del teatro Carlo Felice di Genova diretta dal bulgaro Daniel Somogyi-Toth.

La prima ad entrare in scena sarà la cinese Ylan Zhao, 24 anni, con il Concerto numero 2 di Rachmaninov; poi toccherà al suo connazionale Ziyu Liu, 21 anni, con il Concerto numero 1 di Ciaikovskij. Chiuderà il sud coreano Hans Suh, 29 anni, con il Concerto numero 1 di Brahms. Un programma accattivante per pre protagonist super. In palio la palma viottiana, che due anni fa si aggiudicò il russo Konstantin Emelianov: stavolta il primo premio vale 21 mila euro.

Una curiosità: ovviamente c’è il tifo del tutto particolare da parte delle famiglie vercellesi che in questi giorni hanno ospitato i tre finalisti: la famiglia Piccaglia farà il tifo per la Zhao, quella di Flory Cattaneo per Suh ed Ebe Fumagalli per Liu.

L’interessante talk show di oggi in Rettorato

Intanto oggi, cinque dei giurati (il presidente Jun Kanno, del Giappone, la sud coreana Mi Kyung Kim, il vincitore del 2001, il russo Alexey Lebedev, Sergio Marengoni e il tedesco Udo Gefe) hanno risposto alle originali e intriganti domande di Paolo Pomati nel delizioso talk show organizzato nell’aula magna del Rettorato sul tema: “70 anni di decisioni: successi, consigli, passione”. Peccato per chi non c’era, perché è stato un incanto.

edm

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

  1. Dalla foto di questi meravigliosi ragazzi si vede come il primo sia gia’ concentrato sulla Musica.. mentre la cinese è il coreano pare stiano sviluppando una loro Idea.. Visti
    i problematici rapporti fra Cina e Sud-Korea.. non potrebbero rimanere tutti e 3 a Vercelli??

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here