Fermati ad un controllo a Saluggia, li trovano in possesso di stupefacenti: arrestato un rumeno

I carabinieri della stazione di Livorno Ferraris hanno arrestato un rumeno e deferito un italiano per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Tutto è accaduto durante un controllo stradale eseguito la notte scorsa. Una pattuglia della stazione carabinieri di Livorno Ferraris, nei pressi di Saluggia, intimava l’alt ad un’utilitaria condotta da un italiano. Sul mezzo, c’erano anche due passeggeri, di cui uno rumeno ed un italiano residente a Torino.

I due passeggeri erano molto nervosi durante le operazioni di identificazione, tant’è che i carabinieri hanno deciso di perquisirli. La perquisizione ha permesso di rinvenire addosso al rumeno 95 grammi di hashish, oltre ad un grammo di marijuana e 1,5 grammi di cocaina. L’altro passeggero, invece, in tasca aveva due pezzi di hashish per un peso complessivo di gr. 6 e anche 2 grammi di marijuana. Tutto lo stupefacente è stato sequestrato. Il rumeno è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, mentre l’altro passeggero è stato deferito in stato di libertà per il medesimo reato.

La perquisizione a casa del rumeno ha permesso anche di rinvenire un bilancino di precisione, mentre in quella dell’italiano altri due bilancini.

 

L’arrestato è stato portato in carcere, come disposto dal PM. di turno della Procura di Vercelli.

 

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

  1. Per i “lettori” che non avessero letto l’articolo (e, ancora più stranamente, invece si fossero abbeverati al mio commento) segnalo che il materiale nella foto costituisce il kit dello spacciatore .. moltiplicato per due o tre ! Quindi l’impresa necessita di un investimento davvero minimo e alla portata di tutte le tasche (anzi, proprio da tenere in tasca), poi sarà l’abilità personale e la freddezza, da mantenere ogni qual volta appaiono le forze dell’Ordine, a fare la differenza .. infine, coloro che volessero avvicinarsi a tale lucrosa attività non devono, assolutamente, neppure iscriversi all’Ascom (sarebbe imbarazzante la scelta della categoria). Vi confido che per quanto mi riguarda sarei molto avvantaggiato: già posseggo un bilancino di precisione analogo a quelli in foto. Sin’ora l’avevo usato per smascherare ogni tosatura nelle monete della mia collezione.

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here