Domani la Pro Vercelli in emergenza fa visita al Padova dell’ex Germano

Impegno proibitivo domani, domenica, per la Pro Vercelli che andrà a fare visita a una delle squadre più forti del campionato: il Padova, terzo in classifica a 30 punti, ma con una partita da recuperare. Primo è sempre il Südtirol che, grazie a una difesa impenetrabile (solo 4 gol subiti in 15 gare) ha la casella sconfitte ancora immacolata.

Con gli altoatesini che per ora stanno facendo un torneo a sé, la lotta dietro è per ottenere le posizioni migliori in ottica playoff. Quando mancano quattro turni al termine del girone di andata, i valori si stanno delineando, anche se il cammino per tutti non è che a metà e solo la prossima primavera inizieremo a capirci qualcosa di più.

La Pro Vercelli risulta essere un oggetto misterioso. I tifosi e gli addetti ai lavori continuano a chiedersi quale sia il vero volto della squadra: quello delle prime gare o quello degli ultimi due mesi? La risposta la conosce soltanto la Pro stessa, però intanto il tempo passa e si continuano a perdere punti per strada.

Gli ultimi domenica scorsa nel disastroso 4-0 rimediato a Crema. Un risultato maturato nel secondo tempo, dopo il rigore che ha sancito l’1-0 e l’espulsione di Iezzi. Poi, come non bastasse, ci si è messo pure Tintori e così la Pergolettese è andata via sul velluto.

C’è un evidente problema di tenuta mentale e di nervosismo che va risolto (andate a vedere in media quanti sono gli ammoniti vercellesi alla fine di ogni incontro). In più ci si mettono gli arbitri che in questo periodo paiono non perdonare proprio nulla ai bianchi. Uniamo i due ingredienti e la frittata è presto servita.

Dovrà essere abile Beppe Scienza a districarsi in un labirinto che per adesso sembra dirigerlo dritto fra le fauci del Minotauro. Dal nostro punto di vista il mister ha le sue responsabilità, ma non vogliamo che diventi il capro espiatorio della situazione. Responsabili sono anche i giocatori che sovente appaiono svogliati e senza mordente, quasi privi di quell’agonismo utile se non a vincere, almeno a tenere testa agli avversari.

Il momento è delicato e Beppe Scienza lo sa bene: «C’è solo una cosa da fare: parlare poco e lavorare tanto – così alla vigilia – Sicuramente dobbiamo migliorare, ma non posso criticare i miei ragazzi per come lavorano in settimana. Il Padova è una squadra forte, nelle ultime partite è cresciuto molto e gioca anche molto bene. Domani, anche chi non giocherà, dovrà dare il suo contributo».

Intanto il mister dovrà fare i conti con le assenze: non ci saranno gli squalificati Iezzi e Tintori, neppure Masi che si è fermato in settimana, dopo che già contro la Pergolettese aveva iniziato a zoppicare, ma era rimasto in campo per non lasciare i suoi in 8 dato che lo slot per le sostituzioni era terminato. Unica nota lieta, rientra Cristini.

La Pro Vercelli presumibilmente si schiererà con il 3-4-3. In porta Rendic, dato che anche Valentini è indisponibile; difesa quasi obbligata con Carosso, Auriletto e Cristini; a centrocampo Bruzzaniti, Awua, Emmanuello e Clemente; in avanti Della Morte, Comi e Gatto. Chance anche per Bunino, Vitale e Rolando. Nel Padova di Pavanel ci saranno gli ex Bifulco, Ronaldo e, soprattutto, Germano. Attenzione a Chiricò e a Ceravolo.

Il fischio di inizio di Padova – Pro Vercelli è fissato per le 17.30 di domenica 28 novembre allo stadio Euganeo. Arbitrerà il signor Marco Acanfora della sezione di Castellammare di Stabia, che aveva già diretto le bianche casacche in due occasioni: 2018/2019 con l’Alessandria e 2019/2020 con il Pontedera, entrambe finite 1-1. La partita si potrà seguire sul canale 256 di Sky Sport o sulla piattaforma digitale a pagamento Eleven Sports.

m.m.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

2 Commenti

  1. Giusto che i ragazzi hanno molte responsabilità .. ma anche l’allenatore ne ha tantissime se la squadra non è costante. Diamo ancora una opportunità ma in caso di disfatta indecorosa non resterebbe che rinunciare a Scienza e concedergli qualche mese di vacanza sui Colli Euganei.
    La consorella Crotone solo un mese fa ha licenziato Modesto …
    “Riteniamo mister Modesto un allenatore serio ed estremamente preparato, ma i risultati ci hanno imposto una riflessione necessaria a dare una svolta immediata alla stagione. Siamo profondamente convinti che Marino ci darà l’esperienza e le competenze per invertire immediatamente la rotta” è il commento del presidente Gianni Vrenna.
    https://www.padovasport.tv/gazzanet/serie-b/crotone-adesso-e-ufficiale-esonerato-modesto-squadra-a-marino/

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here